Vaccino Covid, carico da 470mila dosi atteso in Italia per domani

0

Vaccino Covid, l’Italia si prepara a ricevere una prima tranche da 470mila dosi del farmaco. Arriverà nella giornata di domani

vaccino covid
Vaccino Covid, domani in Italia prima tranche da 470mila dosi (Getty Images)

Nella giornata di domani, l’Italia riceverà la prima tranche da 470mila dosi di vaccino anti Covid prodotto da Pfizer. Dopo il simbolico carico da 9750 per il Vax Day di ieri, si parte ora con le prime somministrazioni di massa destinate a medici ed operatori sanitari. Dopodiché, il piano prevede la vaccinazione degli ospiti nelle Rsa.

Secondo quanto accordato, le varie tranche da 470mila dosi di vaccino saranno distribuite ogni settimana fino al prossimo marzo. Entro il primo trimestre del 2021, la previsione è di arrivare ad una fornitura di 7,8 milioni di dosi, destinate a poco meno di 3,5 milioni di cittadini. A questi prodotti da Pfizer, si affiancheranno tutti gli altri (a partire da Moderna).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, Ordine dei Medici contro negazionisti: avviati provvedimenti disciplinari

Vaccino Covid, domani carico in Italia: possibili ritardi in alcune regioni

vaccino covid
Possibili ritardi legati a condizioni meteorologiche avverse in alcune regioni (Getty Images)

Nella giornata di domani, l’Italia riceverà la prima tranche da 470mila dosi di vaccino anti Covid prodotto dall’azienda farmaceutica Pfizer. Viste le difficoltà legate alle condizioni climatiche avverse, comunque, alcune regioni potrebbero dover aspettare fino a dopodomani prima di partire con le somministrazioni. L’Italia non dovrebbe comunque far parte degli 8 paesi che subiranno ritardi consistenti con le consegne. Poco fa, il ministero della Salute spagnolo ha infatti annunciato che molte spedizioni slitteranno a causa di problemi logistici legati alla filiale Pfizer del Belgio.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Vaccino Covid, ritardi con le consegne: Spagna e altri 7 paesi attendono

Il problema non sussisterà in Italia, dove ci saranno mezzi adibiti che distribuiranno le dosi del farmaco in ben 300 punti sparsi su tutto il territorio. Il piano di consegne andrà avanti come previsto, con possibili ritardi legati esclusivamente ad alcune regioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui