Morto John Le Carré, era il maestro delle spy story

0

Morto John Le Carré, uno degli scruittori inglesi più amati e venduti al mondo: da ex spia aveva raccontato un mondo per molti sconosciuto

John Le Carré è morto a 89 anni (Getty Images)

A 89 anni se n’è andato dopo una breve malattia John le Carré, uno degli scrittori inglesi più amati e venduti negli ultimi sessant’anni. Era il maestro riconosciuto delle spy story, mondo che conosceva benissimo per averlo frequentato professionalmente e che aveva raccontato con successo a partire da ‘La spia che venne dal freddo’.

La notizia del decesso, causato da una polmonite non  legata al Cobid, è stato dato dal suo agente: “Un dolore enorme per la sua cara moglie Jane e i suoi quattro figli Nicholas, Timothy, Stephen e Simon. Come agente ho rappresentato Le Carrè per 15 anni. Ho perso un mentore ma soprattutto un amico. Non ce ne saranno più come lui”.

E in effetti per diverse generzaioni, Le Carrè (che all’anagrafe era David John Moore Cornwell) è stato un punto di riferimento. Perché i suoi romanzi di spionaggio nascevano da spunti reali, quelli che aveva vissuto in prima persona. In giovenù infatti  era staqto agente segreto del Secret Intelligence Service.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, è morto Kim Ki-duk: regista sudcoreano che vinse il Leone d’Oro

John Le Carrè, uno scrittore pluripremiato e più volte portato al cinema e in tv

In fretta però aveva coltivato la sua passione per la letteratura ottendo subito successo. Nel 1961 pubblicò il primo romanzo, ‘Chiamata per il morto’, è stato scritto nel 1961, quando ancora era inserito nei servizi segreti britannici.

Le Carrè in una foto d’epoca (Getty Images)

Da lì in poi, un successo dopo l’altro cavalcando il filone della Guerra fredda e della contrapposizione tra Occidente e Oriente. Dalla sua fantasia sono nati personaggi come  George Smiley, uno degli agenti segreti più amati dai lettori, e lontano dallo stereotipo di James Bond.

Nel 1963 il boom con ‘La spia che venne dal freddo’ e l’inizio di una carriera fiolgirante durata piùdi 50 anni. Le sue storie sono sempre state buoni soggetti anche per i film. Nel 1965 l primo adattamento cinematografico de La spia che venne dal freddo, con Richard Burton e poi Chiamata per il morto diretto da Sidney Lumet.

Nel 1979 La talpa, con Alec Guinness nelle vesti di George Smiley, seguito da Tutti gli uomini di Smiley nel 1982, ancora con Alec Guinness e l’attore tedesco Curd Jurgens. E ancora nel 1990 Sean Connery protagonista de La casa Russia, insieme a Michelle Pfeiffer menytre nelo 2001 Pierce Brosnan recitò ne Il sarto di Panama

Più recenti The Night Manager, interpretato da Tom Hiddleston e Hugh Laurie (più noto come protagonista del Dottor House). Sempre nel 2016 fu prodotto il film Il traditore tipo, con Ewan McGregor.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui