Covid, Speranza: “Con questi morti difficile parlare di un Natale normale”

0

Un rammaricato Speranza si è pronunciato sulla situazione Covid. Infatti per il ministro è difficile parlare di Natale con tutti questi morti.

Covid Speranza
Il ministro della Salute sul diffile momento in Italia (Getty Images)

Non è un momento facile per l’Italia, con la seconda ondata di Covid-19 che oramai ha investito il paese. Negli ultimi giorni abbiamo visto bollettini medici preoccupanti, con i nuovi contagi costantemente sopra le 30mila unità, con un picco di quasi 41mila nuovi casi nella sola giornata di venerdì. Ma per molti, nonostante gli allarmanti bollettini della Protezione Civile, il problema principale resta il Natale.

A mettere un freno a tutte le polemiche, tra Covid e Natale, ci ha pensato proprio Roberto Speranza. Il Ministro della Salute, rammaricato, ha affermato che non si può parlare di festività con oltre 500 decessi al giorno. Infatti al momento per Roberto Speranza è inutile parlare di allentare i divieti, programmare cenoni, organizzare viaggi, sfruttare l’eventuale deroga al coprifuoco.

Adesso è il momento di studiare la curva del contagio, appunto per evitare una terza ondata, con gli italiani che devono essere prudenti fino all’arrivo del vaccino.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, Boccia: “Posticipare il coprifuoco a Natale? Presto per dirlo”

Covid, Franceschini come Speranza: “Non sarà un Natale normale”

Covid Speranza Franceschini
Anche il ministro dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini è d’accoordo con Speranza (Getty Images)

Sulle parole del ministro Speranza in vista di Natale, è d’accordo anche Dario Franceschini. Infatti il Ministro dei Beni e delle Attività culturali afferma che non sarà un Natale normale e bisognerà parlare ai cittadini italiani con grande chiarezza. Per Franceschini le misure di Dicembre verranno decise più in avanti. Inoltre per il ministro bisognerà imparare dagli errori fatti a Ferragosti ed evitare libertà illimitate una volta che la curva dei contagi andrà a scendere.

Con i contagi alle stelle, l’obiettivo del Governo è quello di invitare gli italiani a fare le feste di Natale tra pochi intimi. Il limite è quello di sei persone in famiglia, con le ultime norme che con molta probabilità verranno rinnovate anche durante il mese di dicembre. Quindi le parole d’ordine per questo periodo restano piedi per terra, realismo e niente eccezioni. Anche il presidente del Consiglio Superiore della Sanità, Franco Locatelli ha ricordato che a Natale non dovranno esserci eccezioni, visto che anche l’indice Rt sta migliorando.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, nessun piano del Governo per Natale: la conferma di Guerini

L.P.

Per altre notizie di Politica, CLICCA QUI !

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui