Scuola, Associazione presidi: “Con un Dpcm al giorno non funziona”

0
36

Sul tema scuola, è intervenuto il presidente dell’Associazione Nazionale Presidi Antonello Giannelli. Ecco le sue parole

scuola presidi
Scuola, ha parlato il presidente dell’Associazione Nazionale Presidi (Foto: Getty)

Tra i tanti temi caldi degli ultimi giorni, c’è quello relativo alla scuola. Con il nuovo Dpcm, dovrebbero esserci ulteriori novità per ciò che concerne la didattica a distanza. Si va verso nuove imposizioni per quanto riguarda gli istituti superiori, valide a partire dai prossimi giorni e su tutto il territorio italiano.

A tal proposito, è intervenuto il presidente dell’Associazione Nazionale Presidi Antonello Giannelli alla trasmissione ‘L’Italia s’è desta’. “Ormai ogni giorno cambiano direttive e arrivano nuove decisioni, non si capisce bene per quale motivo. Si ha l’impressione di navigare completamente a vistale sue parole:Con la sospensione della didattica in presenza, si pagherà un prezzo sociale non indifferente. Bisogna capire dove avviene il contagio, ossia quasi sempre fuori dalle scuole“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Attentato Vienna, Di Maio: “Sarebbe potuto accadere anche in Italia”

Scuola, Giannelli: “Con un Dpcm al giorno, non può funzionare”

chiusura scuole azzolina
È polemica sulle tante nuove disposizioni arrivate nelle ultime settimane (Foto: Getty)

Forte critica da parte del presidente dell’Associazione Nazionale Presidi Antonello Giannelli per le decisioni prese dal governo. La scuola sta vivendo un periodo di forti dubbi e incertezze, a causa dei continui cambi di direzione.Con un Dpcm al giorno che cambia le regole, è evidente che non possa funzionare. Sarebbe più utile potenziare i trasporti e all territoriali, che fino ad ora non hanno funzionato beneha spiegato a ‘L’Italia s’è desta’: “Serve più stabilità, con dieci giorni di didattica a distanza non si possono pianificare azioni a lungo termine“.

A conclusione del suo intervento, poi, il presidente dell’Associazione Nazionale Presidi ha spiegato: “Non si può continuare a navigare alla cieca, servono delle certezze altrimenti non si va avanti. Addirittura alcune famiglia hanno continuato a mandare il bambino a scuola, nonostante ci fossero delle positività. Così non si può fare“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Nuovo Dpcm, Conte: “Quadro generale critico, ci saranno 3 aree di rischio” – VIDEO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui