Stampa 5D, il nuovo metodo che rivoluziona la produzione di componenti

0
17

E’ tempo di salutare la stampa 3D e di proiettarsi nella dimensione della 5D, pronta a rivoluzionare la produzione di componenti per l’elettronica

Nuova evoluzione in materia di stampa dove la 3D sta per lasciare il posto alla 5D, quella da appunto cinque dimensioni e dotata di proprietà di intelligenza. Essa promette di velocizzare e rivoluzionare la produzione di componenti per l’elettronica. Il progetto, tutto italiano, prende il nome di 5dNanoPrinting ed è realizzato nell’ambito del programma Fet Horizon finanziato dall’Ue con 3.58 milioni. A collaborare anche Cnr e STMicroelectronics.

LEGGI ANCHE—> Fortnite, disponibile la skin di Daredevil: come ottenerla gratis

Stampa 5D, i dettagli del progetto

La composizione della stampante 5D prevede dei Mems con un chip centrale di controllo e delle parti mobili, componenti già utilizzati nell’elettronica di consumo, nel settore automobilistico ed in quello sanitario. Virgilio Mattori, a capo del progetto, vuole utilizzare nuovi prototipi di Mems personalizzabili. Per la realizzazione della stampa 5D, si è deciso di servirsi anche della tecnica della precedente 3D che utilizza impulsi laser concentrati, con lo scopo di preparare strutture complesse alla scale del nano e del micrometro con alta risoluzione.

Presenti anche nuove dimensioni che consentiranno al progetto di sviluppare le micro/nano strutture 3D on-demand con l’utilizzo di materiali funzionali. Esse controlleranno i dispositivi prodotti in tempo reale. Il processo di sviluppo permetterà ai costruttori di mutare le proprietà specifiche dei dispositivi ancora prima che la produzione abbia termine.

LEGGI ANCHE—> Huawei vende Honor per 3 miliardi: tre le aziende interessate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui