Grecia, leader di Alba Dorata condannato a 13 anni di carcere: la sentenza

0
23

Grecia, leader di Alba Dorata condannato a 13 anni di carcere: la sentenza per Nikos Michaloliakos ha accertato il suo ruolo come capo di “un’organizzazione criminale”

Nikos Michaloliakos
Nikos Michaloliakos (Foto: Facebook)

Mercoledì mattina un tribunale greco ha condannato il leader del partito di estrema destra “Alba Dorata” a 13 anni di prigione. La pena comminata è la più dura possibile per la gestione di un’organizzazione criminale accusata di numerosi atti d’odio perpetrati negli ultimi anni.

Il presidente della Repubblica Maria Lepenioti ha letto le sentenze contro il leader del partito Nikos Michaloliakos e altri sette ex componenti.

Il pronunciamento definitivo segue un processo di cinque anni contro dozzine di alti funzionari, membri e sostenitori di Alba Dorata. L’organizzazione neofascista era stata fondata come gruppo politico negli anni ’80 ed era diventata la terza forza elettorale in Grecia durante la grave crisi finanziaria dello scorso decennio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Usa 2020, Biden in Florida per gli over 65: “Trump vi ignora”

Grecia, leader di Alba Dorata condannato a 13 anni: Nikos Michaloliakos finirà in carcere

Nikos Michaloliakos
Nikos Michaloliakos condannato a 13 anni di carcere (Foto: Facebook)

Altri undici ex membri del parlamento sono stati condannati da cinque a sette anni per appartenenza a un’organizzazione criminale. Inoltre un elemento del partito è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio del cantante rap greco Pavlos Fyssas in un attentato del 2013 che ha innescato la repressione contro il partito.

Gli arresti saranno effettuati dopo che il tribunale avrà sentito gli argomenti finali per le considerazioni sulla libertà vigilata.

Il processo ad Alba Dorata è stato descritto come uno dei più importanti nella storia politica della Grecia.

Più di 50 imputati sono stati condannati per crimini che vanno dalla gestione di un’organizzazione criminale, omicidio e aggressione al possesso illegale di armi.

Dal canto suo, Michaloliakos ha respinto la condanna come una caccia alle streghe di origine politica.

Siamo stati condannati per le nostre idee“, ha twittato la scorsa settimana.

Quando gli immigrati clandestini sono la maggioranza in Grecia, quando (il governo) consegna tutto alla Turchia, quando milioni di greci sono disoccupati per strada, si ricorderanno della Golden Dawn“.

Twitter ha successivamente sospeso il suo account.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid Germania, oltre 5mila casi in 24 ore: record di contagi a Berlino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui