Coronavirus, Sardegna: un’ordinanza comunale anticipa Dpcm del governo

0
27

In un comune in Sardegna, il sindaco ha deciso di emanare un’ordinanza che anticipa le misure imposte dal governo nel nuovo Dpcm per il contenimento del coronavirus.

Getty Images

Antonio Satta, sindaco di Budussò, un comune in provincia di Sassari, ha deciso di emanare un’ordinanza che sostanzialmente anticipa le misure del governo contenute nel nuovo Dcpm per il contenimento del coronavirus. In questa, vengono proibite le feste e gli incontri nelle proprie abitazione a meno che non avvengano tra congiunti. I divieti sono arrivati anche a toccare gli assembramenti in cimitero, con un numero massimo di 30 persone per volta. Viene inoltre imposto l’obbligo di indossare la mascherina in qualsiasi luogo al chiuso ma anche all’aperto, in tutte le situazioni in cui non è possibile restare isolati. 

Leggi anche: Coronavirus, Di Maio: “Ieri 100mila casi in Europa, serve Recovery Fund”

Coronavirus, Zaia: “Siamo in guerra”

Getty Images

In Italia, come in tutto il resto d’Europa, i contagi da coronavirus continuano ad aumentare in modo preoccupante. E per molte regioni si inizia a parlare dell’avvento di una seconda ondata epidemiologica. Tra questa vi è il Veneto, che fino a soltanto un mese fa pensava di essersi lasciato il peggio alle spalle per quanto riguarda l’emergenza sanitaria. E se il governatore Luca Zaia era tra quelli che più rassicuravano sul fatto che la situazione fosse in netto miglioramento, adesso anche a lui è tornato parlare con toni molto duri e allarmistici. Zaia ha infatti dichiarato di recente che “siamo in guerra. Il piano di sanità pubblica funziona se i cittadini potranno farsi l’autodiagnosi. Il Veneto è già pronto per un test di questo tipo, lo stiamo sperimentando e presto porremo la questione“.

Leggi anche: Coronavirus, Merkel: “Nuove misure restrittive se situazione non migliora”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui