Kirghizistan, il presidente Jeenbekov pronto a dimettersi

0
25

Il presidente del Kirghizistan, Sooronbay Jeenbekov, ha detto di essere pronto a dimettersi per mettere un punto sul caos post-elettorale nel paese

Kirghizistan
Kirghizistan

Il presidente del Kirghizistan, Sooronbay Jeenbekov, ha annunciato di essere pronto a lasciare il suo incarico pur di mettere fine al caos post-elettorale che sta mettendo in subbuglio il paese. Jeenbekov ha spiegato, tramite il proprio sito ufficiale, che si dimetterà nel momento in cui verrà fissata una data per le nuove elezioni ed i cambiamenti nel governo saranno confermati dal Parlamento. “Dopo che le legittime autorità esecutive saranno state approvate e saremo di nuovo nel pieno della legalità, sarò pronto a lasciare la carica di presidente della Repubblica del Kirghizistan”, ha spiegato.

LEGGI ANCHE—> Francia, Pedopornografia: polizia blocca circolo di 60 persone

Cosa sta succedendo in Kirghizistan

Il primo ministro del kirgiso Kubatbek Boronov dopo che martedì la Commissione elettorale aveva invalidato i risultati delle elezioni parlamentari tenutesi domenica scorsa. La decisione è arrivata dopo le violente proteste dei manifestanti che contestavano i voti con l’accusa di brogli e compravendita.

Le elezioni erano state vinte dai partiti Birimdik e Mekenim Kirghizistan che sostengono il socialdemocratico Jeenbekov. Oltre a Boronov, si è dimesso anche Jumabekov (presidente del Parlamento).

La parlamentare Elvira Surabaldieva ha pubblicato un video della riunione online affermando che la mozione di messa in accusa del presidente Jeenbekov non era riuscita a passare.

Il 6 ottobre 5.000 manifestanti per le strade di Bishkek sono stati nelle condizioni di effettuare un colpo di Stato.

LEGGI ANCHE—> Stati Uniti, la governatrice del Michigan nel mirino dei rapitori

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui