Coronavirus, Sileri avverte: “Probabili lockdown a livello locale”

0
19

L’emergenza Coronavirus torna a preoccupare l’Italia, con il viceministro Pierpaolo Sileri che annuncia possibili lockdown chirurgici a livello locale.

Coronavirus Sileri
Le parole del viceministro alla salute sulla situazione Covid-19 (Foto: Facebook)

L’epidemia da Coronavirus è tornata a dilagare in Italia, con un boom di contagi accentuata soprattutto negli ultimi giorni. Così sulla situazione italiana è tornato a parlare Pierpalo Sileri. Infatti il viceministro alla salute ha affermato che più che impennata di contagi, possiamo parlare di una salita controllata dei contagi.

Infatti, come ricorda Sileri, avere oltre 3,500 contagi al giorno è una salita notevole, seppur controllata. Ciò però significa solamente che bisogna continuare a rispettare le regole anti-Covid, infatti solamente così si evita una maggiore diffusione e circolazione del virus. Andiamo quindi a vedere il punto di vista del viceministro della Salute, che è tornato a pronunciarsi sulla situazione epidemica che sta vivendo l’Italia.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Serie A, Ricciardi: “Protocollo del Cts da adeguare alla situazione”

Coronavirus, Sileri: “Mascherina obbligatoria per proteggere sè stessi e gli altri”

Coronavirus Sileri
La posizione del viceministro della Salute (Foto: Facebook)

Durante il suo intervento sulla situazione d’emergenza sanitaria che sta vivendo l’Italia, Sileri ha ricordato che resta importantissimo l’uso della mascherina. Infatti, specialmente in questo periodo di risalita dei contagi, la mascherina è indispensabile non solo per proteggere se stessi, ma anche per proteggere gli altri ed evitare ulteriori contagi.

Su chi crede che questa sia dittatura sanitaria, Sileri risponde a tono affermando con queste affermazioni si manca di rispetto agli altri, ma soprattutto a chi ha vissuto sulla propria pelle l’epidemia da Covid-19. Ma non solo, per il viceministro della salute, i negazionisti che non portano mascherina potrebbero far riprecipitare l’Italia nella situazione di Febbraio-Marzo.

Infine il viceministro della Salute si è pronunciato sui test rapidi. Infatti per Sileri bisogna usare tutti i mezzi a disposizione per migliorare la diagnostica semplice, per avere uno screening completo della popolazione italiana. Il viceministro per la salute ha concluso il suo intervento affermando: “Rispettiamo i protocolli e continuiamo a convivere con il virus“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, Trump: “Essere stato contagiato è una benedizione di Dio”

L.P.

Per altre notizie di Politica, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui