Coronavirus, Burioni: “Le cose cominciano a mettersi peggio. State attenti”

0
25

Dopo l’incremento dei casi di coronavirus della giornata di oggi, Roberto Burioni lancia un monito su twitter alla popolazione perché la situazione è a suo parere critica. 

Getty Images

Dopo l’incremento dei contagi che si è verificato nelle ultime 24 ore, Roberto Burioni sui social lancia l’allarme. Su Twitter infatti il virologo ha scritto che “le cose cominciano a mettersi peggio. Vi prego, state attenti, mantenete le distanze, portate le mascherine, evitate luoghi affollati al chiuso, lavatevi le mani. Il virus è lì fuori, infettivo e nocivo come nella scorsa primavera. Dipende tutto da noi”. Dichiarazioni che rappresentano un vero e proprio dietrofront per il medico, che soltanto qualche ora prima aveva pubblicato un messaggio ottimista e speranzoso verso il futuro nella lotta contro l’epidemia di coronavirus. 

Leggi anche: Coronavirus, il Governo valuta l’estensione dello stato d’emergenza

Coronavirus, l’aumento dei contagi è dovuto alla riapertura delle scuole?

Sul suo sito, Medical Facts, aveva infatti scritto che “è come l’Italia ai Mondiali del 2006: ha superato la Germania in semifinale giocando una magnifica partita. Adesso si va in finale dove c’è la squadra più forte del mondo. Certo, il risultato non è al sicuro: ma se si è in finale significa che si può vincere, chi ha perso in semifinale è già a casa. Noi siamo invece in campo. Incrociamo le dita e prendiamo tutte le precauzioni: ci serve ancora qualche settimana o mese per sapere se il vaccino funziona o meno. E se funziona per il virus saranno guai”. Un messaggio arrivato per sottolineare i progressi che si sono registrati nella ricerca del vaccino, ma che soltanto qualche ora dopo sono stati sostituiti da un monito verso tutta la popolazione. D’altronde, nella giornata di oggi si sono registrati più di 2.500 nuovi casi. Un numero molto grande e sono in molti ad aver ipotizzato che la riapertura delle scuole possa aver giocato un ruolo decisivo.

Leggi anche: Coronavirus, il ministro Speranza: “No a un nuovo lockdown”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui