CONDIVIDI

Allarme di Legambiente che segnala un elevato inquinamento visti i livelli di ozono oltre i limiti in Emilia Romagna: col caldo la situazione è destinata a peggiorare

Inquinamento

Con il lockdown, i primi mesi in Italia avevano visto un netto miglioramento della qualità dell’aria. Ora, però, quantomeno nella zona della Pianura Padana la situazione è nuovamente peggiorata. In particolare, in Emilia Romagna i valori di ozono estivo sono stati segnalati come oltre i limiti da 15 stazioni di monitoraggio.

L’allarme è stato lanciato da Legambiente E-R che parla anche di un possibile peggioramento della situazione vista le continue ondate di calore. Il calo avuto fino a maggio, dunque, è di colpo sparito.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus, positivo lavapiatti: chiude locale in spiaggia a Rimini

Paste the following code before the "" or "" tag

Inquinamento da ozono, in Emilia Romagna valori oltre i 198 microgrammi

inquinamento
inquinamento

L’inquinamento da ozono, pur essendo meno pericoloso di quello invernale da polveri sottili, porta comunque importanti risvolti dannosi. Colpisce in particolare nei periodo in cui l’intensità solare è maggiore e può causare irritazioni agli occhi e danni alle vie respiratorie.

“Proprio mentre le Regioni del Nord comunicano l’intenzione di fare slittare il bando degli Euro4, che in Emilia è previsto ad ottobre, le stazioni di monitoraggio dell’ozono sono già quindici”. Sono 7 le province che hanno superato il limite annuale di norma dei 25 giorni di superamento che è di massi 120 microgrammi per metro cubo sulla media mobile delle 8 ore. Il picco maggiore si è avuto ieri nel parmense con 198 microgrammi per metro cubo.

Legambiente insiste su quanto sia fondamentale non abbassare la guardia su quelle che sono le politiche per ridurre il traffico su gomma, emissioni industriali ed anche sugli stili di vita ed abitudini delle persone che nel loro piccolo ogni giorno possono rendersi protagonisti del miglioramento comune.

LEGGI ANCHE—> Brayan Craston si è ammalato di Covid-19, ora è guarito – VIDEO