De Laurentiis, offesa sessista a dirigente Lega: tensione in assemblea

Torna a far parlar di sè Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli. Il presidente partenopeo ha rivolto un’offesa sessista ad una dirigente della Lega.

Aurelio De Laurentiis
Tensione in lega dopo le parole del patron azzurro (Foto Getty)

Attimi di tensione durante l’assemblea della Lega Calcio sui diritti tv. Infatti il patron della SSC Napoli, Aurelio De Laurentiis, durante alcuni attimi concitati dell’assemble ha rivolto una frase sessista nei confronti di una dirigente. Infatti il numero uno partenopeo si è rivolto alla dirigente affermando: “Vai ad accudire i figli“.

Una frase retrograda, volgare ed offensiva quella del proprietario di Filmauro che, abbagliato dai soldi in ballo dai diritti tv, ha attaccato la dirigente della Lega Calcio. Ancora una volta l’assemblea per decidere sullo sviluppo, l’incremento dei fatturati ed il futuro del Calcio Italiano si è trasformato in un teatrino di istinti beceri e retrogradi.

Toni inaccettabili quelli usati dal presidente partenopeo, che durante l’assemblea svolta a Milano ha preso di mira la dirigente Viola Fabri. Giusto per contornare l’accusa razzista, il presidente azzurro ha anche accusato la dirigente di essere un’incompetente. Dopo la frase del patron partenopeo è calato il gelo in aula.

De Laurentiis, l’accusa sessista alla dirigente Fabri fa infuriare i vertici della Lega Serie A

De Laurentiis
De Laurentiis e l’accusa di sessismo (via Getty Images)

Dopo le parole al veleno di Aurelio De Laurentiis, sono intervenuti i vertici della Lega Serie A, Luigi De Siervo e Paolo Dal Pino. I due hanno redarguito il presidente partenopeo, definendo “inaccettabili” i suoi toni e sottolineando la gravità della sua frase.

Però, come riferito dal portale Ansa, l’entourage del presidente partenopeo ha riportato che De Laurentiis non ricorda di aver pronunciato tale frase nè tantomeno di aver offeso qualcuno. Però ad incastrare il patron del Napoli è la quantita di testimoni presenti durante l’assemblea, circa una quarantina. Non si escludono provvedimenti da parte della Lega nei confronti di Aurelio De Laurentiis, anche se il calcio italiano ha perso l’ennesima occasione per offrire al pubblico un’immagine positiva di sè.

L.P.

Per altre notizie sul mondo del Calcio, CLICCA QUI !