Coronavirus, i 5 misteri ancora irrisolti: le risposte della scienza

Coronavirus, i 5 misteri ancora senza una riposta a sei mesi dallo scoppio della pandemia. La rivista Nature ha fatto il punto sulle risposte da trovare

Vaccino Coronavirus
Coronavirus, i 5 misteri ancora irrisolti (Getty Images)

Coronavirus, sono almeno 5 i grandi misteri ai quali la scienza per ora non ha ancora dato una risposta. L’epidemia è scoppiata in Cina sei mesi fa, poco dopo ha raggiunto anche l’Europa e poi il resto del mondo. Eppure ad oggi nonostante esistano molti elementi certi, in realtà ci sono domande per le quali le soluzioni sono solo parziali o proprio inesistenti.

La prestigiosa rivista ‘Nature’ ha fatto il punto mettendo in fila le cinque strade ancora aperte a cominciare dal mistero più grande. Perché esiste una risposta in modo così diverso al virus da soggetto a soggetto? Esistono dei collegamenti genetici con le forme gravi di Covid-19 e sono più frequenti in persone portatrici di alcune particolari mutazioni genetiche. Una di queste si trova nella regione del genoma che stabilisce il gruppo sanguigno, ma sono mutazioni che hanno un ruolo quasi irrilevante nello sviluppo malattia.

Coronavirus
Coronavirus. gòli sciemziati si interrogano (Getty Images)

Altra questione aperta è se il virus abbia o meno sviluppato alcune mutazioni preoccupanti per il presente e per il futuro. In particolare sotto osservazione c’è una mutazione rilevata a febbraio in Europa e ora presente in tutto il mondo. Sembra che renda il virus più infettivo in laboratorio, ma non è chiaro quale effetto abbia sull’essere umano.

E ancora, quanto dura l’immunità da Covid? Gli scienziati hanno determinato come i livelli di anticorpi che neutralizzano il virus rimangono alti per due settimane dopo l’infezione. Poi però calano e nessuno ha ancora determinatol quale sia il livello di anticorpi necessario per evitare una nuova infezione. O almeno per ridurre i sintomi con un nuovo contagio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino coronavirus, Ue presta 75 milioni di euro per la ricerca

Coronavirus, dal vaccino all’origine e all’indice Rt tutti i dubbi ancora aperti

Coronavirus, ci sono almeno altre due domande aperte. Questione fondamentale è quella legata al vaccino: siamo sicuri che quando arriverà, funzionerà? Esistono ancora pochi dati sull’uomo e questi fanno ipotizzare che i vaccini contro il Covid-19 stimolino il corpo a creare potenti anticorpi neutralizzanti. Oggi però ancora non è chiaro se saranno anche sufficienti a fermare nuove infezioni e quanto durano.

Ma rimane ancora un mistero anche l’origine del virus. Tutti gli scienziati hanno determinati che i ‘colpevoli’ siano i pipistrelli e da loro è partito. Però prima di essere arrivato all’uomo, il Covid-19 potrebbe essere passato attraverso un altro ospite intermedio. Ad oggi non esiste una definizione certa.

coronavirus vaccino
Coronavirus. il vaccino funzionerà? (Getty Images)

In ultimo, alcuni esperti di ‘Nature’ hanno stiudiato anche l’indice Rt che abbiamo imnparato a conoscere. In  pratica è il livello che determina la capacità di un virus di infettare. Utilizzarlo però come unica misura per stabilire le politiche sanitarie sarebbe un errore irreparabile.