Cassa integrazione, 134mila lavoratori aspettano ancora il primo assegno

Sono centotrentaquattromila i lavorati messi in cassa integrazione a causa del coronavirus che ad oggi non hanno ricevuto ancora il primo assegno

Cassa integrazione
Cassa integrazione

A seguito delle domande per la cassa integrazione presentate regolarmente, al 17 giugno scorso erano 134.358 le persone a non aver ricevuto ancora alcun assegno. A comunicarlo è l’Inps che spiega anche come, di questi, 108.509 si riferiscano a domande pervenute nel mese di giugno stesso. Riguardo alle domande presentate entro il 31 maggio, invece, sono 25.768 il numero dei lavoratori che non ha ricevuto ancora almeno un pagamento.

LEGGI ANCHE—> Palermo, elicottero perde il controllo e si schianta: due piloti a bordo – VIDEO

Cassa integrazione, oltre 300 mila lavoratori in attesa di pagamento

Inps bonus

Per quel che, invece, riguarda le domande presentate dopo il 31 maggio, attendono ancora il pagamento 356.939 persone. Queste, però, precedentemente hanno già ricevuto almeno un assegno mensile.

Al 17 giugno la quota totale di beneficiari di diverse prestazioni erano 11 milioni, per una spesa complessiva da parte dello Stato di 15 miliardi di euro. Questo è quanto emerso dalla tabella dei dati di sintesi  proposti dall’Inps. Il conteggio comprende tutti i tipi di bonus erogati.

Intanto, l’Istituto per la Previdenza Sociale, in queste ore ha attivato il servizio online per presentare le domande d’indennità Covid-19 per il mese di maggio. La nuova domanda andrà presentata dai liberi professionisti muniti di P.Iva: fanno testo anche i partecipanti a studi associati o società semplici. I co.co.co ed i lavoratori stagionali non dovranno presentare alcuna domanda, qualora fosse già stato fatto per i mesi di marzo ed aprile.

LEGGI ANCHE—> Lavoro, blocco licenziamenti verso la proroga. 2mila domande per la Cig