Reddito di cittadinanza, 101 boss della ‘ndrangheta lo percepivano regolarmente

0

101 boss della ‘ndrangheta hanno richiesto e ottenuto regolarmente il reddito di cittadinanza. È quanto emerge dall’operazione “Mala civitas”

reddito cittadinanza 'ndrangheta
Scovati 101 boss della ‘ndrangheta che percepivano il reddito di cittadinanza (photo screenshot da Instagram)

Grazie all’operazione “Mala civitas” condotta dalla guardia di finanza di Reggio Calabria, è emerso che 101 boss e gregari della ‘ndrangheta hanno richiesto e ottenuto regolarmente il reddito di cittadinanza. Nella lista dei nomi emersi, figurano anche elementi di spicco dei clan mafiosi. Tra questi le cosche di Gioia Tauro e le ‘ndrine reggine dei Tegano e Serraino.

L’erogazione di tutti i sussidi ai 101 boss mafiosi avrebbero portato ad un esborso da parte dello Stato di quasi 500mila euro, che sarebbero finiti nelle casse mafiose. La guardia di finanza ha fornito all’Inps la lista con tutti i nomi, così da revocare subito il reddito di cittadinanza a loro inizialmente concesso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Morta Ann Mitchell: durante la guerra decifrò i codici tedeschi

Reddito di cittadinanza, anche il figlio del “Pablo Escobar” italiano coinvolto

reddito cittadinanza 'ndrangheta
L’indagine “Mala Civitas” della Guardia di Finanza contro i clan della ‘ndrangheta Gettyimages)

Tra i nomi dei boss mafiosi e gregari della ‘ndrangheta che, nelle scorse settimane, hanno richiesto ed ottenuto il reddito di cittadinanza, figura anche quello di Alessandro Pannunzi. Sposato e con una figlia, oltre a varie condanne per importazione di stupefacenti in Italia, è ricordato anche per essere il figlio del “Pablo Escobar” italiano.

Il padre, infatti, è considerato uno tra i nomi più potenti all’interno del mondo dello spaccio. Con l’importazione e l’esportazione di cocaina, l’uomo ha guadagnato milioni di euro, tanto che per contare i suoi guadagni si dice pesi le banconote. Considerato il “Pablo Escobar” italiano, Bebè Pannunzi ha coinvolto anche i figli nel suo giro mafioso, tra cui il primogenito Alessandro.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Bergamo: bambino di 10 anni morto schiacciato in un cassonetto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui