Covid-19, dal 4 maggio autocertificazione solo fuori Regione? L’ipotesi

Il prossimo 4 maggio cominceranno ad allentarsi le misure di lockdown e forse l’autocertificazione Covid sarà necessaria soltanto per uscire dalla propria Regione

covid Autocertificazione regione
Il decreto impone un’autocertificazione per spostarsi dalle zone rosse (Getty Images)

C’è grandissima attesa in Italia per la fine del lockdown, imposto dal governo per fermare i contagi da Covid-19. Dopo quasi due mesi chiusi in casa, finalmente i cittadini sono pronti a ricominciare, anche se in modo graduale, a tornare alla normalità. Finora gli spostamenti, anche minimi, erano consentiti soltanto per motivi di necessità e urgenza, giustificati tramite un’autocertificazione da consegnare alle forze dell’ordine in caso di controllo. Questo documento servirà anche dopo il 4 maggio? Milioni di italiani se lo chiedono da giorno e fino ad ora non sono state fornite indicazioni ufficiali dal governo. Secondo l’indiscrezione de ‘Il Messaggero’ l’autodichiarazione potrebbe essere necessaria soltanto per gli spostamenti fuori Regione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, in arrivo l’app che sostituirà l’autocertificazione

Covid-19, autocertificazione solo per spostamenti fuori Regione? L’indiscrezione

covid Autocertificazione regione
Dal 4 maggio ipotesi di autocertificazione solo per spostamenti fuori regione

Quante volte in queste settimane abbiamo dovuto compilare e stampare i moduli di autocertificazione per giustificare i nostri spostamenti da casa? Dal 10 marzo, data del primo modello, al 26 sono stati fatti 4 aggiornamenti, l’ultimo dei quali comprendeva anche l’indicazione delle regioni di partenza e di arrivo. Proprio i viaggi fuori dai confini del proprio territorio regionale potrebbero essere soggetti ancora a limitazioni e, dunque, a giustificazioni valide (lavoro, salute o necessità). L’ipotesi è quella che il governo, allo studio minuzioso della “fase 2 “, toglierà l’obbligo di autocertificazione per i movimenti all’interno dello stesso Comune e della stessa Regione. Per viaggiare in altri territori nazionali, forse, bisognerà attendere ancora una o due settimane.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, cambia l’autodichiarazione per gli spostamenti: il nuovo modello