Coronavirus, parla il primo volontario per il vaccino: “Fortunato e felice”

Coronavirus, è di Seattle il primo volontario per il vaccino. Si tratta del 29enne Ian Haydon, primo di una lista di 45 candidati che si definisce: “Orgoglioso e felice di poter salvare l’umanità”. 

Coronavirus svizzera
In Svizzera pronti a scoprire chi ha superato la malattia naturalmente (Getty Images)

Coronavirus, è Ian Haydon il primo volontario per il vaccino anti-Covid19. Come riporta La Stampa, si tratta di un 29enne di Seattle che questa mattina alle 09.00 si è fatto iniettare il medicinale sperimentale consapevole di tutti i rischi del caso.

Prima di arrivare al grande giorno, ha firmato un contratto di 20 pagine in cui dichiarava di essere assolutamente consapevole e responsabile delle possibili conseguenze. Si è definito “impaziente e orgoglioso” per questo appuntamento. I risultati, adesso, sono attesi nelle prossime settimane, presumibilmente prima dell’estate.

Coronavirus
(foto da Pixabay)

Coronavirus, parla il primo volontario per vaccino

Il test ha la firma della società biotech Moderna Therapeutics, la quale si basa sulla manipolazione dell’Rna e il materiale genetico del coronavirus. Ian è stato il primo di 45 ‘cavie’ che si sono proposte autonomamente e che riceveranno appena 1.000 dollari di compenso.

Interrogato dai media statunitensi, il ragazzo, specialista in comunicazione alla University of Washington, ha motivato così la sua decisione: “Ho saputo del reclutamento attraverso un collega e ho inviato i miei dati sanitari. Ero fiero di parteciparvi, ma non mi aspettavo la chiamata poiché c’erano migliaia di domande”. 

Potrebbe interessarti anche —> Coronavirus, Renzi: “Apriamo o recessione farà più danni del virus” 

Ed è stato addirittura chiamato come primo: “Sono stato visionato e sottoposto a una serie di controlli medici, poi mi hanno spiegato anche lo studio. Sinceramente mi ritengo fortunato nel’essere stato scelto come volontario per combattere il virus. Sono fortunato perché abbastanza sano per parteciparvi e fortunato per essere la possibile soluzione per il mondo”.