Coronavirus, a Roma tamponi direttamente in automobile

Tamponi in automobile per accertare di non avere il Coronavirus: è quello che accade fuori da una struttura dell’Asl 1 di Roma. Arrivano la modalità “drive-in”

coronavirus roma tamponi automobile
Coronavirus, la ricerca continua (Getty)

Anche se i numeri sono in lieve calo, l’Italia è ancora sotto scacco del Coronavirus e tutta la popolazione cerca di tutelarsi come può. Uno dei maggiori dibattiti di queste settimane è stato sulla quantità e sulle modalità dei tamponi per rilevare il Covid-19, visto che non a tutti viene effettuato il test. Dal 1 aprile, nel complesso di Santa Maria della Pietà, nell’Asl 1 di Roma, stanno adottando un metodo innovativo, almeno nel nostro Paese. I test, infatti, vengono effettuati alle persone direttamente dall’interno delle loro automobili. Questa modalità “drive-in“, adottata in Corea del Sud e da altri Paesi consente una maggiore efficienza e rapidità, oltre che la sicurezza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, lutto per Pep Guardiola: è morta la madre

Coronavirus, tamponi in automobile a Roma: il nuovo esperimento della Capitale

coronavirus roma tamponi automobile
A Roma tamponi per Coronavirus direttamente in auto (Foto Twitter)

Non a tutti, però, viene fatto il tampone. Per ricevere l’accertamento i cittadini devono prima chiamare il Servizio igiene e sanità pubblica (Sisp), che valuterà, in base ai sintomi, se necessario ricorrere al test nasofaringeo. Per ottenerlo, dunque, bisogna mettersi in contatto con l’Unità operativa complessa del Sisp. Al telefono gli operatori valuteranno le condizioni dei cittadini e, nel caso, ritenessero opportuno, gli viene dato l’appuntamento. Dall’1 i tamponi vengono fatti in modalità drive-in, nel parcheggio della struttura sanitaria, senza che il paziente debba scendere dalla propria autovettura. Durante il primo giorno di questa sperimentazione sono stati testati gli operatori sanitari, mentre dal giorno dopo l’iniziativa è stata allargata anche a tutti le persone che avessero bisogno. Si viaggia ad una media di 50 tamponi al giorno.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, viceministro Sileri: “Prime uscite forse tra qualche settimana”