CONDIVIDI

Continua l’inchiesta della Procura di Catania sulla bancarotta del gruppo Tecnis. In corso quattro arresti ed il sequestro di beni del valore di 94 milioni.

Catania
Guardia di Finanza, in corso arresti alla Tecnis (via GdF)

Ore calde a Catania, dove la Guardia di Finanza sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in seguito alla bancarotta della “Tecnis Spa“. Al momento le persone arrestate dovrebbero essere quattro.

La Tecnis spa è conosciuto nel panorama italiano, visto che è una delle principali aziende di costruzioni della nostra penisola. In bancarotta non solo il gruppo Tecnis, ma anche alcune società controllate dallo stesso gruppo di imprenditori.

L’operazione delle Fiamme Gialle non si è fermata qua. Infatti sono in corso anche il sequestro di beni, del valore totale complessivo di 94 milioni di euro.

Catania, le indagini degli uomini della Guardia di Finanza

Catania
L’operazione della Guardia di Finanza (via Getty Images)

Dopo le indagini degli uomini della Guardia di Finanza della città siciliana e del Nucleo di Polizia Valutaria, sono emerse alcune operazioni illecite da parte dell’ex direttrice della Tecnis S.p.a. Inoltre la stessa direttrice dell’azienda avrebbe ripetuto queste operazioni aggravando la sua posizione.

Sul proprio sito la Tecnis si definisce “una delle realtà più significative nel panorama italiano delle imprese di costruzioni generali, di ingegneria e general contracting, attiva nel settore della realizzazione di grandi opere infrastrutturali“.

Inoltre la stessa azienda è stata autrice di opere portuali e idrauliche, grande viabilità su gomma e ferro, sistemazioni idrogeologiche, primari interventi di urbanizzazione, edilizia civile e non solo.

Dopo l’operazione della Guardia di Finanza, pende sui quattro indagati l’accusa di bancarotta fraudolenta per distrazione. Tra poco, inoltre, con una conferenza stampa la Procura di Catania informerà la platea sull’operazione svolta e su tutte le accuse sul capo degli indagati. Presenzierà alla confernza anche il procuratore Carmelo Zuccaro.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di Cronaca, CLICCA QUI !