CONDIVIDI

“Uso del cellulare può causare tumori alla testa”: sentenza della Corte d’Appello che quindi conferma la sentenza di primo grado del Tribunale di Ivrea.

cellulare tumori testa
(da Pixabay)

L’uso prolungato del telefono cellulare può provocare tumori alla testa. A stabilirlo è la Corte d’Appello di Torino che, proprio nella giornata di oggi, ha confermato la sentenza di primo grado del Tribunale di Ivrea del 2017 in merito al dipendente di Telecom Italia colpito da neurinoma del nervo acustico. In quel caso Roberto Romeo aveva portato l’Inail in tribunale e proprio quest’ultimo aveva dato ragione al lavoratore di Telecom trovando un nesso tra il neurinoma acustico e l’uso lavorativo del cellulare.

Nesso tra cellulare e tumori alla testa: sentenza della Corte d’Appello

cellulare tumore testa
©Getty Images

La sentenza della Corte di Appello di Torino, in ogni caso, sembra destinata a far discutere dal momento che l’estate scorsa un rapporto curato da Istituto Superiore di Sanità, Arpa Piemonte, Enea e Cnr-Irea non aveva trovato alcun nesso tra l’aumento delle neoplasie e l’uso del cellulare. In quel caso, non vennero rilevati incrementi dei rischi di tumori maligni o benigni in relazione all’uso prolungato (10 anni) dei telefoni mobili. Ma adesso ecco il nuovo colpo di scena: la Corte di Appello di Torino ha confermato la sentenza di primo grado del Tribunale di Ivrea del 2017 e, di conseguenza, stabilito che l’uso prolungato del telefono cellulare può provocare tumori alla testa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Prevenzione Tumore: regole e consigli da seguire