Calciomercato, Petrachi svela le manovre della Roma per gennaio

Calciomercato, Petrachi svela le manovre della sua Roma per la finestra di riparazione di gennaio

Gianluca Petrachi
Calciomercato, Petrachi svela le mosse della Roma per gennaio (Fonte: Getty)

Il direttore sportivo dell’As Roma ha parlato al sito della società giallorossa a due giorni dalla delicata sfida con il Torino, che segna la ripresa del campionato dopo la sosta natalizia per i ragazzi di Fonseca. Proprio i granata, ex squadra di Petrachi, hanno creato non pochi problemi al ds salentino, con il presidente Cairo che ha chiesto l’apertura di un’indagine federale per l’inizio del lavoro a Roma prima della scadenza naturale del contratto col Toro. Fra poco tra l’altro ci sarà anche la sentenza della FIGC, per chiudere definitivamente la vicenda. Un’amore tramontato dopo 9 anni di proficua collaborazione, con la costruzione di una rosa che è riuscita a centrare due volte la qualificazione all’Europa League.

Ora però l’unico obiettivo di Petrachi è rendere ancora più competitiva la Roma, ad un passo dal cambio societario Pallotta-Friedkin, e in piena lotta per un piazzamento Champions. Il direttore sportivo capitolino ha le idee chiare su cosa serve al gruppo per fare il decisivo salto di qualità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> VAR cambia tutto, la nuova regola sul fuorigioco

Calciomercato, Petrachi svela le mosse della Roma a gennaio

Calciomercato Roma
Calciomercato, Petrachi svela le mosse della Roma per gennaio (Foto: Getty)

Petrachi parla delle mosse del prossimo mercato di gennaio in casa Roma: “Sappiamo che è molto difficile migliorare una squadra come la nostra in questo periodo dell’anno. La finestra di gennaio è di riparazione e non sempre è facile trovare giocatori in grado di alzare il livello. In giro leggo voci non corrispondenti al vero. Ad esempio Nikola Kalinic rimarrà con noi, siamo assolutamente sicuri che potrà darci molto nel girone di ritorno. I suoi sono stati problemi fisici, ma ora sta bene e può essere un punto di forza in attacco“.

Poi una battuta anche su Bruno Peres, tornato alla base dopo il prestito in Brasile, prima al San Paolo, poi allo Sport Recife: “Lo abbiamo riaccolto a casa. Lo conosco bene perchè l’ho portato io a Torino. Abbiamo deciso con Paulo Fonseca di dargli una seconda possibilità. Nella vita tutti devono avere una seconda chance. Ma siamo stati chiari, se sbaglia anche solo una volta, andrà a casa“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Dan Friedkin, futuro presidente della Roma: il profilo