“I processi si fanno in tribunale e i provini si devono fare negli uffici. Io quando faccio i provini ho sempre accanto a me un aiuto regista, non li faccio a casa”.

Carlo Verdone parla in questi termini alle telecamere di Pomeriggio Cinque.

Il grande attore romano, ha commentato le polemiche sulle presunte molestie che vedono protagonista il suo collega regista Fausto Brizzi.

Lui vorrebbe più attenzione su queste cose e tutelare gli attori:”Le agenzie devono stare più attente, custodire i loro attori, li devono proteggere, gli devono dare i consigli giusti e non li devono mandare a casa o in uno studio che non si sa dov’è. Le agenzie serie fanno così”.

Verdone critica anche i modi: “Non si può denunciare dopo 30anni, c’è qualcosa che non va, non si può alzare questo polverone, così il mondo del cinema sembra un mondo di sospettati, nel mondo del cinema c’è anche tanta brava gente”.