Dopo un’ondata di calore anomalo, ecco che torna il maltempo; fino a questo momento ci sono state oltre trenta interventi e 51 persone soccorse.

A Pordenone, come riporta ansa.it, è stata identificata la prima vittima: si tratta di un cittadino belga di 41 anni che si trovava nella propria tenda, sulla pista forestale che conduce al raduno europeo della famiglia Arcobaleno, e che è stata travolta dal temporale.

 

In Lombardia, a Saviore dell’Adamello, ha perso la vita una giovanissima escursionista romana di 24 anni, Margherita Nardone, precipitando per diversi metri dopo essere scivolata su un sentiero bagnato.

In Trentino un turista emiliano di 47 anni e la moglie stavano percorrendo la via ferrata della Marmolada quando sono stati sorpresi da un forte temporale. Non hanno avuto modo di ripararsi e l’uomo è stato ucciso da un fulmine, mentre la moglie è rimasta ferita. In stato di forte shock, la donna è comunque riuscita a chiamare i soccorsi.

In Veneto un uomo è rimasto schiacciato da un albero sradicato dal vento che si è abbattuto su una sagra locale a Marziai, sulla riva del fiume Piave: all’improvviso si è alzato un forte vento che ha sradicato diversi alberi tra i quali alcuni anche alti 10 metri. Uno di questi ha travolto i commensali.

Diversi i danni causati dalle forti piogge e dalle grandinate; in Alta Val Pusteria un treno regionale è rimasto bloccato a causa di una frana a Valdaora e il rio Braies è uscito inondando le zone limitrofe e rendendo necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco.

A Milano, a causa del violento acquazzone, è caduta una ringhiera-balaustra di una terrazza di un ufficio posta in alto nella Galleria Vittorio Emanuele in Duomo; fortunatamnete non ci sono feriti.

Nella provincia di Genova i fulmini hanno provocato un incendio boschivo sopra porto Pidocchio, nel parco di Portofino. Subito intervenuti Vigili del Fuoco e volontari della protezione civile.