Home La grande farsa Vigile del fuoco appiccava gli incendi: “Ecco perchè lo facevo” – VIDEO

Vigile del fuoco appiccava gli incendi: “Ecco perchè lo facevo” – VIDEO

CONDIVIDI


Un Vigile del fuoco un pò strano. Un pompiere che per il brivido di arrivare sul luogo dell’incendio a sirene spiegate, appiccava lui il fuoco. Faceva  come i protagonisti dei suoi telefilm americani preferiti. Lui è M.P., 28 anni, vigile del fuoco volontario di Palestro, paesino di 2000 anime situato alle porte di Vercelli, ma facente parte della provincia di Pavia. Il giovane,   è stato denunciato dai carabinieri di Vigevano per incendio doloso e truffa aggravata. Secondo quanto ricostruito appiccava egli stesso degli incendi per poi dare l’allarme e intervenire con i compagni per spegnere il rogo. L’uomo è stato filmato e denunciato dai carabinieri di Pavia, insospettiti per una serie di incendi circoscritti in una stessa zona. Il 28enne si è dimesso dal suo incarico. Ai militari ha detto che in Lomellina si verificavano pochi incendi e lui desiderava emulare gli interventi di una nota serie tv americana che seguiva con passione.

Le indagini da parte degli inquirenti sono partite dopo una serie di rochi sospettosi, tutti concentrati in una zona circoscritta della Lomellina, zona nota per le distese risaie, nei comuni di Robbio, Palestro, Rosasco e Confienza, ai danni di cassonetti dei rifiuti e sterpaglie. A far scattare i dubbi è il fatto che ad intervenire sul posto, per primo, fosse sempre lo stesso vigile del fuoco volontario. I carabinieri vigevanesi, hanno deciso di approfondire gli accertamenti sul suo conto, riuscendo a scoprire che ne era lo stesso autore. I carabinieri, sono stati aiutati da alcune telecamere posizionate nei pressi delle aree di stoccaggio dei rifiuti colpite che ne fissavano i movimenti, proprio mentre appiccava gli incendi,  per raggiungere subito dopo il proprio comando e così essere il primo a ricevere la chiamata e dare il via operativo all’intervento della squadra (GUARDA IL VIDEO)

Lui  si è giustificato, ammettendo i propri addebiti, dicendo che aveva trovato l’incarico “noioso” in quanto, in Lomellina, capitava davvero raramente di  intervenire operativamente.Il giovane vigile – scrive il giorno.it,  dopo essere stato scoperto oltre ad aver ammesso le proprie responsabilità, si è dimesso spontaneamente dall’incarico.