Ilaria Salis eletta al Parlamento europeo: in Ungheria si attende la proclamazione

Ha ottenuto oltre 176mila voti e adesso non aspetta altro che la proclamazione ufficiale: Ilaria Salis è una europarlamentare. 

L’attivista è attualmente detenuta ai domiciliari in Ungheria. Salis era candidata alle Elezioni europee dell’8 e 9 giugno nella lista Alleanza Verdi e Sinistra. Ha totalizzato 176.368 preferenze in due circoscrizioni: ha preso 50.401 voti nelle isole e 125.967 voti nell’Italia nord-occidentale. Avs ha raggiunto il risultato di portare in Europa sei eletti. Oltre a Salis saranno europarlamentari anche Mimmo Lucano, Ignazio Marino e poi tre fra i quattro primi dei non eletti Benedetta Scuderi, Cristina Guarda, Francesco Borrelli, Leoluca Orlando.

Ha ottenuto oltre 176mila voti e adesso non aspetta altro che la proclamazione ufficiale: Ilaria Salis è una europarlamentare
Ilaria Salis eletta all’europarlamento (Ansa Foto) – www.inews24.it

Ilaria Salis è una europarlamentare che deve essere liberata subito perché non aspetteremo certo la proclamazione degli eletti. Vogliamo Ilaria Salis in Italia libera, pronta a svolgere il suo mandato”, hanno commentato i leader di Avs Angelo Bonelli e Nicola Fratoianni.

Bisogna ricordare che Ilaria Salis, 39enne insegnante di scuola elementare a Monza, è imputata in un processo in Ungheria. È accusata di aver preso parte a due atti di violenza contro militanti di estrema destra. Il processo è cominciato il 29 gennaio scorso quando Ilaria Salis era apparsa con le manette e con le catene a piedi e polsi.

Ilaria bisogna portarla a casa. – ha detto il padre, Roberto – Mi ha detto che il suo avvocato ungherese ha parlato con il giudice ungherese. Il giudice è informato della conquista del seggio”. L’attivista avrebbe già contattato il ministero degli Esteri ungherese perché ha bisogno di “un pezzo di carta” che attesti questo risultato alle elezioni. A quel punto il giudice dovrebbe emettere una sentenza per la concessione dell’immunità e bloccherà il processo.

Tutto passa quindi nella mani del ministero di Antonio Tajani che, dal canto suo, ha detto di “aspettare la proclamazione ufficiale, non possiamo fare una richiesta prima che venga proclamata”. E poi: “Dovrà essere il Parlamento europeo a intervenire perché ci sia la possibilità per lei di partecipare all’assemblea, quindi per avere la pienezza del collegio dovrà essere il Parlamento europeo a fare la richiesta“.

Antonio Tajani: “Attendiamo la proclamazione ufficiale”

La candidatura della 39enne era stata fortemente criticata dai leader delle forze del centrodestra che l’avevano letta come una strumentalizzazione di una vicenda giudiziaria. Tra questi Matteo Salvini della Lega, che però a proposito dell’elezione ha commentato: “Quando i cittadini votano hanno sempre ragione. È stato legittimo da parte degli italiani votarla ed eleggerla. Siederà nello stesso parlamento di Roberto Vannacci”.

“Ilaria Salis è una europarlamentare che deve essere liberata subito", hanno commentato i leader di Avs Angelo Bonelli e Nicola Fratoianni
Un momento della conferenza stampa di Avs (Ansa Foto) – www.inews24.it

Più critico il presidente del Senato Ignazio La Russa (Fratelli d’Italia). Secondo La Russa si è trattato di “una candidatura per far scarcerare una persona. È qualcosa che non appartiene alla democrazia, ma dal loro punto di vista era un elemento propagandistico da usare”.

Impostazioni privacy