La Lega all’attacco del presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Concetto di Europa e di sovranità: la Lega ha attaccato il capo dello Stato Sergio Mattarella. Fioccano le polemiche politiche.

È la festa degli italiani, della Repubblica. Non è la festa della sovranità europea”. “Se il presidente pensa davvero che la sovranità sia dell’Unione europea invece che dell’Italia, per coerenza dovrebbe dimettersi”. Il primo virgolettato è del vicepremier e segretario della Lega Matteo Salvini; il secondo è un tweet del senatore del Carroccio Claudio Borghi. Due dichiarazioni che, subito dopo le celebrazioni del 2 giugno, hanno scatenato infinite polemiche polemiche. Entrambe sono state lette come un attacco diretto al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Polemiche per le parole dei leghisti nelle ultime ore
La Lega all’attacco del presidente della Repubblica Sergio Mattarella (Ansa Foto) – www.inews24.it

Il capo dello Stato, infatti, nel suo discorso alla vigilia della Festa della Repubblica, in riferimento alle prossime elezioni europee, aveva affermato che “è dovere civico e preziosa opportunità per riflettere insieme sulle ragioni che animano la vita della nostra collettività, inserita oggi nella più ampia comunità dell’Unione Europea cui abbiamo deciso di dar vita con gli altri popoli liberi del continente e di cui consacreremo, tra pochi giorni, con l’elezione del Parlamento Europeo, la sovranità“.

La posizione della Lega sull’Europa, quindi, si discosta di molto dalla visione del presidente. “Cos’è la sovranità europea?ha affermato Salvini intervenendo a ‘In mezz’ora’ su Rai3 – Noi abbiamo un presidente della Repubblica perché esiste una sovranità nazionale italiana. Io penso all’Europa come un insieme di stati sovrani, autonomi, liberi, indipendenti che insieme mettono in comune alcune energie, alcune forze”. E poi: “La sovranità nazionale è assolutamente fondamentale. Quindi al di là dei tweet, oggi si festeggia la Repubblica Italiana. Non l’Unione Europea. Io non mi arrenderò mai a un super-stato europeo in cui comandano quelli che hanno i soldi. Non è questa l’Europa”.

Il segretario della Lega fa dietrofront su Mattarella: “Nessuna polemica”

In mattinata Borghi aveva già scritto il proprio tweet: “Oggi si consacra la sovranità della nostra nazione. Se il presidente pensa davvero che la sovranità sia dell’Unione europea invece che dell’Italia, per coerenza dovrebbe dimettersi, perché la sua funzione non avrebbe più senso”. Le parole dei leghisti hanno scatenato numerose reazioni politiche. Secondo la segretaria del Pd Elly Schlein si tratta di un “gravissimo attacco senza precedenti al presidente della Repubblica”. La segretaria ha anche tirato in ballo la presidente del Consiglio Giorgia Meloni: “Vorrei che la premier si esprimesse e prendesse le distanze da quell’attacco”.

Poche ore fa il vicepremier Salvini ha prodotto un parziale dietrofront, stavolta ad “Agorà”: “Nessuna polemica della Lega con il presidente Mattarella
“Nessuna polemica della Lega con il presidente Mattarella” (Ansa Foto) – www.inews24.it

Poche ore fa il vicepremier Salvini ha prodotto un parziale dietrofront, stavolta ad “Agorà”: “Nessuna polemica della Lega con il presidente Mattarella, che ha il mio rispetto, e il rispetto della Lega, e che è garante della nostra Costituzione che ripudia la guerra. Lo stesso rispetto non hanno in Europa alcuni altri presidenti, come Macron, che rischiano di portare l’Europa verso la terza guerra mondiale”.

Impostazioni privacy