Esenzione ticket per farmaci e visite mediche: l’agevolazione, di cosa si tratta

L’esenzione ticket per farmaci e visite mediche è un’agevolazione importante, come funziona e a chi spetta.

Lo Stato ha sancito un’agevolazione che consente a coloro che ne hanno diritto di ottenere l’esenzione dal pagamento del ticket sanitario. Si tratta di un beneficio da non perdere, controlla dunque se puoi fruire della misura e, informati su cosa fare per ottenerla. Il ticket è l’importo che gli italiani versano per contribuire al costo delle prestazioni sanitarie di cui fruiscono. Viene pagato per sottoporsi a visite specialistiche, agli esami di diagnostica e di laboratorio, per le prestazioni di pronto soccorso con codice bianco, per le cure termali.

 Esenzione ticket per farmaci e visite mediche: l'agevolazione
Esenzione ticket per farmaci e visite a chi spetta inews24.it

L’importo per ogni contribuente ha un tetto massimo di 36,15 euro ed è variabile. Su una sola ricetta è possibile prescrivere fino ad otto prestazioni. Per gli esami o le visite mediche che prevedono il pagamento del ticket, alcuni contribuenti hanno diritto all’esenzione a patto che possiedano tutti i requisiti sanciti ad hoc da legislatore. Per ragioni di reddito, in presenza di malattie rare o croniche, in caso di riconoscimento dello stato di invalidità o dello stato di gravidanza o di diagnosi precoci di tumori, gli assistiti non devono pagare le prestazioni sanitarie.

Esenzione ticket per farmaci e visite mediche: di cosa si tratta

L’esenzione ticket per il reddito spetta ai cittadini minori di tre anni e agli over 65 con un reddito complessivo anno inferiore a 36.151,98 euro. Possono beneficiare della misura anche i disoccupati e i loro nuclei familiari con reddito non superiore gli 8.263,31 euro. L’esenzione è un diritto e spetta anche ai titolari di pensioni sociali e ai familiari a carico di questi. L’Agenzia delle Entrate stabilisce i parametri per il calcolo dei redditi familiari, vengono considerati il reddito complessivo di tutti i membri della famiglia.

Esenzione ticket, come funziona e a chi spetta
Chi può beneficiarne e perchè inews24.it

Sono inclusi i redditi da lavoro dipendente, quelli da lavoro autonomo, le pensioni e così via. Si applicano le detrazioni e, chi rientra nei parametri fissati dal legislatore, potrà presentarsi personalmente all’ASL di competenza territoriale e presentare la domanda di esenzione ticket sanitario. Alcune regioni hanno predisposto un applicativo attraverso il quale inoltrare l’autocertificazione in modo telematico con le credenziali digitali.

Il Sistema Sanitario italiano è tra i più efficienti al mondo, perchè si basa su un principio solidaristico secondo il quale i cittadini che versano in condizioni di criticità hanno diritto ad un sostegno concreto per affrontare le cure. Le esenzioni sono dunque uno strumento volto all’assistenza e al sostegno dei pazienti,

Impostazioni privacy