Benzina e Diesel, da San Marino a Livigno fino alla Slovenia: ecco dove il pieno costa meno

Molti cittadini italiani preferiscono fare il pieno nei paesi di frontiera, perché è più conveniente: quali sono le città e i prezzi.

Distributore di benzina - Foto di Pexels.com
Distributore di benzina – Foto di Pexels.com

I prezzi alla pompa di benzina e diesel sono in lieve calo rispetto alla scorsa settimana. Secondo l’Osservatorio prezzi del Ministero delle Imprese e Made in Italy e Staffetta Quotidiana, il self service per la benzina è 1,817 euro al litro (1,815 alle pompe bianche), mentre per il diesel è 1,869 (no logo 1,866).

Al servito invece, la benzina è 1,956 euro al litro (pompe bianche 1,874), il diesel a 2,007 (no logo 1,925), il Gps a 0,786 al litro (senza compagnia a 0,773), il metano a 2,223 euro al kg (con pompe bianche a 2,181). Infine il Gnl a 2,630 euro al kg (no logo a 2,602).

I prezzi in autostrada in self sono: benzina 1,903 al litro (servito 2,161), gasolio self service 1,951 euro al litro (servito 2,210), Gpl 0,899 euro al litro, metano 2,399 euro al kg e Gnl 2,742 euro al kg.

Decreto trasparenza: a che punto siamo

Intanto il governo continua a occuparsi del varo del decreto trasparenza, in particolare su quali misure attuare. Lo sta facendo anche con una serie di incontri con le associazioni di categoria che hanno previsto uno sciopero per il 26 e il 26 gennaio.

L’obiettivo dell’esecutivo è proteggere i cittadini dall’aumento dei prezzi e sostenerli nella spesa. Molti automobilisti hanno già intrapreso la ricerca della pompa più conveniente. E chi abita ai confini del Paese va anche oltre frontiera. Vediamo quali sono le pompe meno costose.

Assalto alle pompe a San Marino

A San Marino il prezzo medio al litro di aggira tra 1,45 e 1,50 al litro. Negli ultimi giorni molti cittadini si sono recati alle pompe per fare il pieno alla propria auto al prezzo più conveniente.

Livigno è esente dall’Iva sui carburanti

A Livigno, al confine con la Svizzera, il prezzo medio è intorno a 1,40 euro al litro per il gasolio e 1,35 per la benzina. Il prezzo qui è basso perché grazia alla vicinanza con la Svizzera, la città gode dello status di zona extradoganale, quindi è esente da alcune imposte statali, tra cui l’Iva. Qui conviene acquistare anche zucchero, alcolici, cosmetici e prodotti di elettronica.

Da Friuli alla Slovenia, dove il pieno costa 20 euro in meno

Molti abitanti del Friuli Venezia Giulia si recano invece in Slovenia, nonostante la Regione abbia applicato degli sconti sul costo dei carburanti. A Basovicca, sul Carso Triestino, il prezzo alla pompa è di 1,485 euro al litro: 40 centesimi in meno, che su un serbatoio da 40 litri equivale a 20 euro.

I francesi fanno il pieno a Ventimiglia

Un caso eccezionale riguarda la Francia, dove si assiste alla tendenza inversa: sono i cittadini francesi a raggiungere l’Italia per un pieno di benzina o gasolio. Lo ha confermato Roberto Parodi, segretario dei Frontalieri Intemeli di Ventimiglia: “Da settembre a novembre 2022, quand’era in vigore lo sconto di 30 centesimi al litro del governo Macron sul carburante, la benzina ancora conveniva in Francia. Ora la differenza non è molta”. Uno sciopero delle raffinerie in Francia ha lasciato numerose pompe senza benzina.

Ha subito invece uno stop il trend dei viaggi dal Nord Italia verso la Svizzera e l’Austria per fare un pieno. Il discorso vale anche al contrario da quando è finito lo sconto sulle accise in Italia. A Chiasso la benzina costa 1,76 euro al litro e il gasolio 1,90 e per un differenza di 10 centesimi non vale la pena affrontare lo spostamento.