Napoli, tragedia sfiorata crolla impalcatura al Vomero

Napoli, tragedia sfiorata al Vomero. Pochissimi secondi: e il crollo di un’impalcatura poteva trasformarsi in qualcosa di ben peggio. Siamo a Napoli, nel quartiere collinare del Vomero, in via Aniello Falcone. Una delle strade più note e trafficate della città, che collega la collina al centro e ai quartieri del lungomare. Erano circa le 13 quando un’impalcatura è crollata sulla sede stradale a causa delle fortissime raffiche di vento che da stamattina stanno sferzando la città partenopea.

Il crollo è ripreso da un video girato da una residente, che in quel momento si trovava alla finestra proprio di fronte l’impalcatura. La donna, appena accortasi di ciò che stava per accadere, chiama immediatamente i soccorsi. Sollecitando che, almeno, si chiuda la strada. Troppo tardi, però: l’impalcatura, in quel momento, stava già pericolosamente oscillando mentre al di sotto transitavano automobili e autobus. Pochi secondi e la struttura, montata su un palazzo di quattro piani, crolla al suolo. Nel video si sente il pianto della donna che auspica: “Speriamo che non ci sia sotto nessuno.”

Tragedia sfiorata a Napoli: su quella stessa strada una donna fu uccisa dal crollo di un pino

Ora via Aniello Falcone è stata chiusa al traffico, mentre i vigili del fuoco sono stati al lavoro per tutto il pomeriggio per togliere le macerie dalla strada. Il crollo di oggi, per il luogo in cui è avvenuto, ha riportato alla mente una tragedia di dieci anni fa: era il 2013 quando la 40enne Cristina Alongi, alla guida della sua auto, fu schiacciata dal crollo di un albero. Proprio lì, in via Aniello Falcone. A pochi passi dai giardinetti Nino Taranto dove oggi è crollata l’impalcatura. Solo per puro caso quella strada, meravigliosamente adagiata sul panorama del Golfo di Napoli, non si è trasformata in teatro di una nuova tragedia.