Risparmio energetico in casa e bolletta più leggera: questo possono farlo tutti

I consigli degli esperti per avere bollette più leggere.

Risparmio energetico
Risparmio energetico in casa e bolletta più leggera (Pixabay)

Prezzi della materia prima in aumento, stipendi che non bastano a pagare le bollette, sbalzi di temperature in un inverno che non dà nessuna garanzia. Tre temi strettamente legati che hanno una sola risposta: risparmio energetico.

Per far calare le bollette, in attesa di interventi strutturali da parte del governo, in molti casi basta il governo della casa e quindi maggiore attenzione a quello che facciamo tutti i giorni. I consigli degli esperti sono chiari e non hanno necessariamente bisogno di adeguamenti strutturali come quelli previsti dagli Ecobonus. E grazie a queste buone abitudini possiamo risparmiare dal 30% al 40% ogni mese.

Partiamo dagli infissi, il vero avversario per avere una casa calda ed efficiente. Se gli infissi sono vecchi, non necessariamente li dobbiamo cambiare ma certamente sono da adeguare. Fare installate i doppi vetri è un costo, ma in prospettiva fa risparmiare. In alternativa, però, la mossa vincente è quella di isolare bene gli ambienti interni da quelli esterni. Basta il silicone, che troviamo nelle ferramenta o nella Grande Distribuzione di materiale per la casa.

Le finestre però sono solo una parte del lavoro. Quello vero parte dai controlli, perché nessuno di noi è così esperto da sapere dove possono annidarsi perdite e dispersioni. Quindi spendere un po’ di soldi per far eseguire un controllo da uno specialista energetico, per individuare eventuali interventi destinati al risparmio energetico, è un buon investimento.

Risparmio energetico in casa e bolletta più leggera: i consigli degli esperti

Nelle case e negli appartamenti non moderni, le tubature che trasportano l’aria calda e fredda nelle stanze possono avere delle perdite dovute all’usura. Questo da una parte comporta un aumento delle bollette, perché tendiamo a scaldare di più, e dall’altra riduce l’utilità degli impianti. Chi è più pratico può utilizzare materiali come il mastice per sigillare eventuali fessure. Agli altri consigliamo di far intervenire un tecnico.

Non solo tubature però. La soffitta ad esempio è nemica del risparmio energetico, anche se non ce ne rendiamo conto. In inverno catturano il calore dal basso, quindi costringono ad usare di più il riscaldamento (in qualunque modo lo distribuiamo in casa). Per rimediare basta problema installare un rivestimento isolante sul soffitto del sottotetto ma anche sul pavimento.

Risparmio energetico consigli
Risparmio energetico, i consigli degli esperti (Inews24.it)

Infine una corretta manutenzione degli impianti è un passaggio decisivo per risparmiare. Quindi ancora prima dell’inverno eliminare l’aria presente nei tubi e tenere puliti i radiatori per togliere i depositi accumulati durante l’estate. E poi mettere un pannello riflettente dietro al termosifone: serve ad isolarlo e indirizzare l’aria calda correttamente nella stanza. Di notte, invece, sempre meglio schermare le finestre con tende o tapparelle per evitare la dispersione di calore.