Meteo, piogge veloci e neve a bassa quota: breve stop dell’anticiclone

Nelle prossime ore il meteo italiano sarà caratterizzato da neve a bassa quota e precipitazioni veloci: cosa sta succedendo in queste ore.

La situazione meteorologica sulla penisola italiana è destinata a cambiare velocemente. Infatti nelle prossime ore avremo delle piogge veloci e neve a bassa quota. Tutte le previsioni riguardanti le regioni dello Stivale.

Meteo
Cosa accadrà dal punto di vista meteorologico nei prossimi giorni (via Pexels)

Nei prossimi giorni sono attese tantissime sorprese dal punto di vista meteo. Infatti sono in arrivo veloci piogge, ma soprattutto nevicate a bassa quota. Infatti sulla penisola sta per transitare una seconda perturbazione anch’essa pilotata, come la precedente, da un vortice ciclonico che attraverserà l’Italia da Nord a Sud, prima che questo si sposti sulla Grecia. Il tempo quindi sta per peggiorare nettamente ed i primi segnali arriveranno durante questo giovedì. Le precipitazioni dovrebbero colpire subito sul Mediterraneo.

Questa perturbazione correrà lungo lo stivale piuttosto rapidamente, tant’è che Giovedì mattina sarà già a ridosso del Sud, segnatamente sul basso Tirreno. Proprio qui andranno a registrarsi le precipitazioni più abbondanti. In serata avremo un discreto miglioramento proprio sulle regioni meridionali. Quella di Venerdì 13 sarà dunque una giornata discretamente soleggiata per tutti, con temperature diurne assai gradevoli, specie nelle ore centrali e nel primo pomeriggio. Da segnalare solamente il possibile ritorno della nebbia sulla Pianura Padana e localmente sulle valli interne del Centro.

Meteo, peggioramento nelle prossime ore: le regioni colpite

Meteo
La situazione meteo sulla penisola italiana (via Pexels)

In queste ore quindi stiamo assistendo al primo fronte freddo del 2023 con l’arrivo della neve anche in Appennino. Una nuova perturbazione quindi è pronta a colpire l’Italia, attraversando completamente tra la fine della giornata odierna e quella di domani. Questo fronte sarà in movimento grazie a correnti nord occidentali molto tese che come ben noto sono poco o per nulla foriere di precipitazioni al Nord che rimane protetto dalle Alpi quindi gli effetti maggiori li avremo in parte al Centro ma soprattutto al Sud. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa succede sui tre settori principali.

Sulle regioni del Nord Italia avremo nubi irregolari fino al pomeriggio con nuvolosità in aumento dalla sera. Inoltre locali piovaschi potrebbero colpire la Liguria di levante, Triveneto e ovest Emilia. I valori termici risulteranno stabili con massime stazionarie che si attesteranno tra i 10 ai 14 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo sin dal primo mattino un cielo sereno o poco nuvoloso. Mentre entro sera avremo nubi in aumento su Toscana, Umbria e alte Marche dove cadranno anche locali piovaschi. Le temperature risulteranno in lievo rialzo, con massime che andranno dai 10 ai 14 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo una situazione stabile ed ampiamente soleggiata, fatta eccezione per qualche nube in Sicilia e Sardegna. I valori termici sul settore meridionale risulteranno in aumento, con massime che oscilleranno dai 13 ai 17 gradi.