Meteo, mai un inizio di anno così: caldo da record sulla penisola

La situazione meteo sulla penisola italiana continua ad essere condizionata da un anticiclone africano da record: mai un gennaio così caldo.

Salvo clamorosi imprevisti non ci saranno grandi scossoni nel quadro meteorologico italiano. Infatti avremo un blocco anticiclonico a dir poco da record su tutta l’Italia: caldo da record per l’inizio anno.

Meteo
Come cambia la situazione meteorologica sulla penisola (via Pixabay)

Questo insolito periodo di stabilità atmosferica è destinato a continuare e non solo. Infatti l’anticiclone africano è destinato a rinforzarsi, con conseguenze a dir poco pesanti previste per i prossimi giorni. L’alta pressione, specialmente al Nord, potrebbe provocare nebbie e nubi medio-basse che mantengono l’atmosfera grigia, capace di perdurare anche per l’intera giornata. Da questo mercoledì fino a sabato sulla penisola avremo delle giornate pressoché identiche, senza troppi scossoni sulle regioni italiane.

Le prossime giornate saranno caratterizzate da tanto sole caldo fuori stagione al Sud Italia, sulle Isole Maggiori ed al Centro specialmente sul versante Adriatico. Mentre al Nord avremo una situazione contraria, con giornate nuvolose e uggiose specialmente sulla pianura Padana. Mentre sulle coste della Toscana potrebbe verificarsi anche qualche pioviggine. Inoltre delle fitte nebbie potrebbero torneranno a svilupparsi in forma importante ed in particolare su molti tratti della Valle Padana soprattutto la notte e durante le prime ore del mattino. Scopriamo quindi cosa succederà nelle prossime ore.

Meteo, l’alta pressione domina l’Italia: caldo da record

Meteo
Come cambia la situazione meteorologica sulla penisola (Via Pixabay)

La fine dell’anno e l’inizio di questo 2023 sono stati condizionati da un caldo eccezionale. Infatti il tutto è dovuto da un caldo eccezionale che ha colpito la penisola. Infatti il blocco africano è riuscito ad estendersi dall’Atlantico e alla Mittle Europa. I primi record climatici sono stati infranti già durante la giornata di Capodanno. Infatti in alcuni casi le temperature hanno addirittura superato i 20°C. Andiamo quindi a vedere nel dettaglio cosa sta succedendo sui tre settori principali della penisola.

Sulle regioni del Nord Italia avremo dalle prime ore del mattino una nuvolosità diffusa sulla Liguria e locali pioviggini che colpiranno Genova e La Spezia. Mentre invece nubi basse e nebbie colpiranno la Val Padana. Mentre sulle aree alpine avremo ampie schiarite. I valori termici risulteranno in calo soprattutto durante le ore serali, con massime che comunque si attesteranno tra i 9 ed i 14 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo una situazione prevalentemente nuvolosa al mattino, con locali piogge pronte a colpire la Toscana. Nel corso della giornata invece avremo ampie schiarite pronte a colpire su Lazio e Abruzzo. Le temperature risulteranno stazionarie con massime che andranno dai 14 ai 17 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo della nuvolosità irregolare che coprirà gran parte dei cieli meridionali. Mentre invece il cielo risulterà solamente lungo il versante ionico e adriatico, qui potrebbe colpire qualche pioviggine. I valori termici risulteranno stazionari, con massime che oscilleranno dai 15 ai 19 gradi.