Udine, incendio in una comunità per minori: è morto un 17enne

I carabinieri stanno indagando per accertare la dinamica dei fatti. Il responsabile della struttura ricorda la vittima: "Era un bravissimo ragazzo".

Vigili del fuoco - Foto di Vigili del Fuoco
Vigili del fuoco – Foto di Vigili del Fuoco

Un giovane di 17 anni è morto e altre due persone sono rimaste intossicate durante un incendio divampato nella notte in una comunità per minori a Santa Caterina di Pasian di Prato, in provincia di Udine.

Tra i due feriti c’è un 16enne ghanese, che è stato portato al Centro grandi ustionati di Verona in volo ed è in gravi condizioni. Il secondo ferito è ricoverato all’Ospedale Santa Maria alla Misericordia, è un adulto, forse un operatore della struttura. Le sue condizioni non sono gravi, ma avrebbe riportato ustioni in varie parti del corpo.

L’incendio è sotto controllo

Le cause dell’accaduto sono ancora ad accertare. L’incendio è divampato intorno alle 2.30 di questa notte, sabato 31 dicembre. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, allertati dalla Struttura operativa regionale emergenza sanitaria (Sores). Le fiamme sono state domate e ora è tutto sotto controllo.

Indagini in corso

La vittima è un giovane cittadino albanese, che Michele Lisco, responsabile della struttura, in un’intervista all’Ansa ricorda come “un bravissimo ragazzo”. Si trovava da circa un anno nella comunità.

Ora si sta cercando di capire quali siano state le cause dell’incendio. A svolgere le indagini sono i carabinieri della compagnia di Udine, che hanno già raccolto la testimonianza di Lisco e stanno sentendo altre persone per ricostruire con esattezza la dinamica dei fatti”, aggiunge Lisco.