Meteo, l’anticiclone manda in stand-by l’inverno: resiste qualche pioggia

L’anticiclone africano è il grande protagonista di questi giorni, con il meteo che vedrà un inverno messo in stand-by: cosa succederà. 

Oramai il grande stravolgimento meteorologico è diventato realtà. Infatti in questi giorni avremo l’inverno messo in stand-by dalla presenza dell’anticiclone africano: scopriamo quindi cosa succede secondo gli esperti.

Meteo anticiclone
Tutti i dettagli su cosa succederà nei prossimi giorni (Via Pixabay)

Adesso le previsioni meteo parlano chiaro e confermano l’inizio di una nuova fase contraddistinta dall’anticiclone africano. Infatti l’Italia si troverà sotto un bel cupolone di alta pressione pronto ad estendersi dalle terre del Nord Africa, fino a quelle dell’Europa orientale. Quindi la stabilità atmosferica tornerà protagonista su tutto il Paese anche se il sole non sarà cosa per tutti.

Nei periodi invernali, infatti, gli anticicloni, specialmente quello africano, sono la principale causa di nebbie fitte sulle pianure centro-settentrionali e di nubi basse e persistenti che tendono a svilupparsi anche lungo i litorali tirrenici. Ma durante questo mercoledì 21 dicembre, giornata del solstizio d’inverno, avremo una perdita di energia dell’alta pressione a al Nord e su parte del Centro, quel che basta per lasciare spazio al transito di una debole perturbazione che riuscirà a provocare delle piogge, dapprima su alcuni tratti del Nord, poi anche sulla Toscana. Scopriamo quindi cosa succederà nelle prossime ore.

Meteo, l’anticiclone perde un po’ di energia: tutti i dettagli

Meteo
Come cambia la situazione meteorologica sulla penisola (Via Pixabay)

In queste ore l’anticiclone afro-mediterraneo è in fase di rimonta sull’Europa centro-meridionale e sull’Italia e il tempo sulle nostre regioni si sta facendo sempre più stabile. Quindi nel corso di questa settimana che ci porterà a Natale avremo delle condizioni climatiche stabili. Dovremo però fare i conti con foschie, nebbie e nubi basse che graveranno nei bassi strati delle regioni settentrionali. Andiamo quindi a vedere cosa succede sui tre settori principali del paese.

Sulle regioni del Nord Italia avremo nubi basse e nebbie che si solleveranno in Val Padana. Queste nebbie saranno anche persistenti. La situazione sulle Alpi sarà moderatamente nuvolosa ma senza fenomeni. Le temperature non faranno registrare nessuna variazione, con massime che andranno dai 5 ai 9 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo una situazione poco o parzialmente nuvolosa. Delle nebbie però copriranno la visibilità su Toscana, Umbria e alte Marche entro sera. I valori termici anche qui risulteranno stabili, con massime che andranno dai 10 ai 14 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo un cielo in parte nuvoloso su  Calabria tirrenica, Puglia, Sud Sardegna ed anche sulla Sicilia. Inoltre proprio nell’isola siciliana potrebbero verificarsi dei piovaschi nel Ragusano. Temperature stazionarie anche qui, con massime che si stabilizzeranno dai 13 ai 18 gradi.