Bonus energia e gas 2022, corsa contro il tempo per i crediti

Bonus energia e gas 2022, corsa contro il tempo per i crediti. Ancora pochi giorni per richiedere i fondi stabiliti dal governo

Un ultimo regalo di Natale in anticipo. É quello per la cessione dei bonus energetici all’Agenzia delle Entrate, in particolare gli acquisti di prodotti energetici del primo e del secondo trimestre 2022. Sono quelli effettuati energivore, non energivore, gasivore e non oltre che dalle imprese agricole e ittiche.

Bonus energia e gas 2022
Bonus energia e gas 2022 (ANSA)

Il 21 dicembre 2022 per tutti loro scade il termine, aperto il 7 luglio scorso, per trasmettere in via telematica il modello di domanda per comunicare all’Agenzia la cessione dei bonus. La comunicazione deve essere inviata dal beneficiario del credito d’imposta direttamente oppure tramite un soggetto incaricato della trasmissione delle dichiarazioni. In ogni caso devono essere utilizzati esclusivamente i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Dallo scorso ottobre sono stati estesi i benefici per gli acquisti di energia e gas anche al terzo trimestre ed è stato fornito il nuovo modello per la comunicazione delle cessioni. E comunque ci sono dei tempi precisi. L’utilizzo da parte dei cessionari dei bonus ricevuti dovrà avvenire entro il 31 dicembre 2022 per i crediti d’imposta delle imprese ittiche e agricole, entro il 31 marzo 2023 per tutti gli altri.

La scadenza del 21 dicembre interessa le cessioni di tutti i bonus energetici previsti dal provvedimento del 30 giugno 2022 e le cessioni dei bonus relativi al secondo e terzo trimestre 2022 a favore delle imprese agricole ed esercenti attività della pesca.

Bonus energia e gas 2022, corsa contro il tempo: come funziona

Il credito d’imposta per le imprese che acquistano energia elettrica, gas e carburanti, pari a una quota delle spese sostenute nel primo, nel secondo e nel terzo trimestre 2022 è stato introdotto dal legislatore.

Il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 30 giugno scorso ha messo in evidenza le disposizioni attuative per la cessione e la tracciabilità dei crediti d’imposta. Sono riconosciuti quelli in relazione alle spese sostenute per l’acquisto di energia elettrica, gas e carburanti nel primo e nel secondo trimestre 2022.

bollette gas
Come funziona la cessione del credito (ANSA)

Oltre all’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, le imprese beneficiarie possono cedere i crediti a soggetti terzi, anche per intero. Esiste anche la possibilità di due ulteriori cessioni solo se effettuate a favore di cosiddetti ‘soggetti qualificati’ del mondo finanziario. Inoltre la cessione del bonus impone anche la richiesta del visto di conformità dei dati che attestano i requisiti. Il credito ceduto che deve essere utilizzato dal cessionario in compensazione entro il 31 dicembre 2022 tramite F24.