Morte Sconcerti, incredibile scontro tra giornalisti Rai: non c’è rispetto

Morte Sconcerti, incredibile scontro tra giornalisti Rai: non c’è rispetto. A poche ore dal lutto si scatena una rissa virtuale

Due lutti inattesi e improvvisi che hanno reso più povero il mondo dello sport. Ma se la morte di Sinisa Mihajlovic ha unito tutti nel ricordo di un guerriero che ha lottato senza timore sino alla fine, quella di Mario Sconcerti sta diventando un caso.

Morte Sconcerti
Morte Sconcerti, incredibile scontro tra giornalisti Rai (Instagram)

Negli ultimi sei anni il popolare giornalista fiorentino era entrato in Rai da opinionista lavorando con diversi colleghi. Come ospite nelle trasmissioni di approfondimento sulla Serie A, per commentare le partite della Nazionale, ha avuto al suoi fianco diversi giornalisti e ora tra due di loro volpano coltelli.

Nelle ultime ore infatti Paola Ferrari e Alessandro Antinelli, ai due capi del mondo, hanno cominciato a litigare nel suo ricordo. La Ferrari è in Perù per una breve vacanza e appena le è arrivbta la notizia ha postato un video di commento. “Mi è stato vicino fino a quindici giorni fa quando mi diceva: ‘Non ti arrabbiare se ti hanno esclusa dai Mondiali’. Poi il resto non lo posso dire perché non sarebbe carino nei confronti di chi li fa… Un saluto a tutti e un abbraccio alla famiglia”.

L’accenno ai Mondiali, una polemica da lei già scatenata nelle settimane scorse, non è andato giù ad Antinelli che via social le ha replicato subito: “C’è chi riesce a strumentalizzare anche la morte di Mario Sconcerti per i suoi biechi interessi. Sono disgustato. Perdona Mario e fai buon viaggio”, ha twittato.

Senza far nomi, ma tutti hanno capito a chi si riferiva. Lei per prima, che gli ha risposto a stretto giro. “Stai zitto che è meglio”, ha scritto lei. “Parlo quanto e quando voglio. Gli ordini dalli dentro casa tua e lascia riposare in pace Mario”, ha controreplicato lui. Ultima parola a Paola: “Mario era amico mio e non certo tuo. E quindi ti ripeto ancora una volta, stai zitto che è meglio”.

Paola Ferrari
Paola Ferrari (Instagram)

Morte Sconcerti, incredibile scontro tra giornalisti Rai: le dolci parole della figlia

Per fortuna ci sono anche quelli che ricordano Mario Sconcerti in modo molto più sereno e dolce. Come la figlia Martina, nata dal secondo matrimonio del giornalista che durava da 43 anni e che sui social gli ha dedicato una serie di pensieri.

“Ciao papà…te ne sei andato con un colpo di scena, proprio come volevi tu – ha scritto Martina poco dopo la scomparsa del padre – E come volevi tu, ne stanno parlando tutti. E io lo so che faccia stai facendo… ovunque sei, sarai sempre con noi. Ti vogliamo bene”.

Poi su Instagram ha allargato il discorso parlando anche dell’ultimo saluto e dei loro rapporti: “Ti assicuro che ti organizzo il funerale che volevi tu: laico e festoso. Con tanta gente, buon cibo e buon vino. Per fortuna ci eravamo appena detti ‘Ti voglio bene‘”. E ha spiegato che questo lunedì, 19 dicembre, il padre doveva essere dimesso per tornare a casa.

Mario Sconcerti Fiorentina
Mario Sconcerti ai tempi della Fiorentina (LaPresse)

Sconcerti era tifosissimo della Fiorentina e lì aveva anche ,lavorato nei primi anni Duemila come direttore generale. Per questo la figlia ha già anticipato che al suo funerale ci saranno tantissimi gigli viola, il simbolo della squadra.