Consiglio europeo, price cap e mercato energetico: cosa porterà Meloni a Bruxelles

"Credo che la questione energetica sia estremamente rilevante", ha dichiarato la premier.

Ursula von der Leyen, Giorgia Meloni - Foto di Ansa Foto
Ursula von der Leyen, Giorgia Meloni – Foto di Ansa Foto

Mi pare che il giudizio della Commissione dica che abbiamo fatto una manovra molto seria”. Con queste parole la premier Giorgia Meloni esordisce al suo arrivo al primo Consiglio europeo a Bruxelles.

Siamo tra le nazioni che hanno avuto il giudizio migliore e credo che questo chiami anche alla responsabilità il Parlamento italiano in un’approvazione veloce, chiaramente tenendo conto dei passaggi parlamentari che nella mia lunga esperienza parlamentare ho sempre difeso e difenso a maggior ragione ora”, ha aggiunto la presidente del Consiglio.

Ma sicuramente quello che dice la Commissione è che abbiamo fatto un ottimo lavoro e nel tempo che avevamo a disposizione non era una cosa facilissima”, ha detto ancora.

Caro-energia: le richieste italiane

Nel suo discorso Meloni ha affrontato anche il caro-energia: “Credo che la questione energetica sia estremamente rilevante. Questo è un Consiglio europeo nel quale siamo chiamati a confermare il nostro sostegno sulla vicenda della guerra di aggressione contro l’Ucraina ma questo significa anche essere in grado di dare risposte efficaci al dominio di conseguenze. Il tema è molto politico e poco tecnico”. 

Qatar Gate

Sul Qatar Gate, Meloni ha aggiunto: “Lo scenario è preoccupante, le notizie che escono raccontano qualcosa che non avremmo mai immaginato e di fronte a questo tipo di cose ci deve essere una reazione, serve che si vada fino in fondo, senza fare sconti, perché ne va della credibilità dell’Ue e delle nostre Nazioni: noi chiederemo che sia fatta piena luce su quello che sta accadendo”. 

Gli incontri di Meloni con i leader europei

A margine del vertice Ue, Meloni ha incontrato in un bilaterale il premier greco Kyriakos Mitsotakis: “Il cordiale incontro ha confermato la stretta cooperazione tra Italia e Grecia sui principali temi al centro dell’agenza europea e internazionale, con particolare attenzione alla stabilità e alle opportunità di crescita nel Mediterraneo. È quindi emerso il comune interesse a rafforzare ulteriormente le relazioni tra Roma e Atene anche bilateralmente”

A Bruxelles Meloni ha incontrato anche il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki e quello ceco Peter Fiala, nel vertice dei conservatori di Ecr prima del Consiglio europeo. Sul tavolo, la guerra in Ucraina e alla crisi energetica.