Incentivi auto 2023, grandi notizie per gli italiani: c’è la conferma ufficiale

Incentivi auto 2023, grandi notizie per gli italiani: c’è la conferma ufficiale. Come funzioneranno e quanti soldi sono disponibili

Tutti i bonus del governo hanno come condizione fondamentale quella di avere una copertura finanziaria. Ecco perché c’è attesa per capire se nella legge di Bilancio 2023 saranno rinnovati anche gli Incentivi auto.

Incentivi auto 2023 conferma
Incentivi auto 2023, grandi notizie per gli italiani (ANSA)

Secondo il Corriere della Sera solo un pro forma perché il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha già proposto che i bonus attualmente in vigore non scadano il 31 dicembre 2022. Una proroga importante per gli automobilisti ma anche per il mercato dell’auto in stagnazione.

In linea di massima quindi gli Incentivi Auto 2023 dovrebbero ricalcare quanto già previsto dal governo Draghi e attualmente in vigore. Sconto per le auto elettriche, con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 20 grammi al chilometro fino a 5mila euro in caso di rottamazione di un veicolo fino a Euro 5.

Ma sarebbero anche confermati gli incentivi per le ibride, a cominciare dalle plug-in, mentre c’è incertezza su quelli legati alle vetture a motore termico. In teoria invece dovrebbero essere ancora comprese le società che usano veicoli acquistati in attività di noleggio con finalità commerciali. E ci saranno di nuovo incentivi per le colonnine di ricarica nei condomini.

Incentivi auto 2023, grandi notizie per gli italiani: come funzionano gli incentivi auto

Intanto fino al 31 dicembre saranno attivi gli Incentivi auto 2022. La novità è rappresentata dal fatto che è stata aumentata la cifra destinata a tutti coloro che hanno un reddito inferiore a 30mila euro.

Una crescita del 50% sulla somma erogata come bonus per l’acquisto di veicoli nuovi con classe non inferiore alla Euro 6 ed emissioni tra 0 e 20 g/km (auto elettriche) e con un prezzo di listino pari a 35.000 euro al massimo. In questo caso l’incentivo è pari a 4.500 euro (prima erano 3.000) oppure 7.500 euro invece dei 5.000 attuali in caso di rottamazione di un veicolo precedente ad Euro 5.

Incentivi auto 2022
Incentivi auto 2022, c’è il via libera (ANSA)

Per i mezzi con emissioni da 21 a 60 g/km come le auto ibride, in particolare le plug-in, con prezzo massimo di 45.000 euro saranno 3.000 euro di bonus (ora 2.000). Salgono a 6.000 euro con la rottamazione (al posto di 4.000). Nel decreto sono comprese anche le società e gli operatori del noleggio oltre alle “persone giuridiche che noleggiano le autovetture purché ne mantengano la proprietà almeno per 12 mesi”.

Inoltre per l’anno 2022 è stato introdotto un contributo per l’acquisto di infrastrutture con potenza standard per la ricarica di veicoli alimentati ad energia elettrica. La cifra sarà pari all’80% del prezzo di acquisto e posa in opera, fino ad un massimo di 1.500 euro per richiedente singolo. In alternativa 8.000 euro per la posa in opera sulle parti comuni di edifici condominiali.