Lutto improvviso nello sport italiano: che dolore per uno dei tecnici più amati

Un lutto improvviso ha colpito lo sport italiano nelle ultime ore. Infatti è volata in cielo la madre di uno dei tecnici più amati: le ultime.

Giornata triste per lo sport italiano. Infatti nelle ultime ore un lutto improvviso ha colpito uno dei tecnici più amati della pallacanestro italiana. Si è spenta la madre: l’annuncio ed il cordoglio della società.

Lutto Sport
Giornata triste per lo sport italiano (Via Pixabay)

Sono ore difficili per tutti gli amanti della pallacanestro italiana. Infatti in queste ore si è spenta la madre di uno dei tecnici più amati del nostro campionato. Stiamo parlando di Frank Vitucci tecnico della Happy Casa Brindisi. Proprio la società pugliese, il suo presidente, Fernando Marino, e tutti i suoi soci si sono stretti attorno al dolore che ha colpito il coach. Nella nota societaria, infatti, si legge: “A lui, suo fratello Alberto, sua moglie Monica e i suoi figli Chiara, Giovanni e Marco va il più affettuoso abbraccio e la vicinanza di tutto il mondo biancoazzurro“.

Lutto nel mondo dello sport: è morta la madre di Frank Vitucci

Lutto sport
Il mondo dello sport si unisce intorno al coach (Via Screenshot Instagram)

In queste ore il mondo del basket si sta unendo intorno a Frank Vitucci. L’amato coach della pallacanestro nostrana ha perso la madre, con la società brindisina che lo ha sotto contratto che ha subito fatto sentire la sua vicinanza. Non solo, infatti, anche i cestisti che lo hanno avuto come allenatore hanno commentato il post della New Basket Brindisi rivolgendo delle preghiere al coach ed alla sua famiglia.

Un lutto importante per Vitucci che non sta vivendo nemmeno la migliore delle stagioni alla guida della Stella del Sud. Infatti l’allenatore è partito con 4 vittorie nelle prime 9 gare ed attualmente è in ottava posizione. Il posizionamento in classifica permetterebbe si l’accesso alle Final Eight, ma allo stesso tempo è il peggior inizio di stagione da quando è alla guida della Happy Casa. Ovviamente non ci resta che rivolgere il più caloroso abbraccio al coach italiano, che starà vivendo delle ore difficili.