Netflix, salta tutto all’improvviso: “Non siamo ancora pronti”

All’improvviso Netflix ha annunciato che tutto è pronto a saltare. Infatti la funzione che doveva arrivare da tempo, alla fine sarà rimandata.

Non finiscono le novità per Netflix, che stavolta ha deciso di rimandare una funzione annunciata da tempo dal colosso dell’intrattenimento. Alla fine proprio l’azienda di Reed Hastings ha confermato che non ci sarà.

Netflix
Tutti i dettagli riguardanti il rinvio da parte della piattaforma (Via Pixabay)

Da diversi anni trapela in rete che riguarda un’imminente entrata di Netflix nel mercato dello sport dal vivo. Specialmente nel recente passato in molti hanno ipotizzato la possibile trasmissione della Serie A sulla piattaforma di OTT. In queste ore però è arrivata una frenata dalla società stessa. Parlando con gli investitori, il co-CEO e chief content officer di Netflix Ted Sarandos, ha voluto mettere a tacere tutti i rumor.

Infatti nella sua ultima intervista Sarandos ha annunciato: “I modelli economici che sono costruiti attorno agli sport in diretta si basano sul mercato della televisione a pagamento, che è diversa dallo streaming” – poi il chief content officer di Netflix ha continuato precisando – “Non siamo anti-sport, siamo solo a favore dei profitti“. Andiamo quindi a vedere nel dettaglio la posizione del colosso dell’intrattenimento.

Netflix, rimanda l’arrivo dello sport dal vivo: le parole di Ted Sarandos

Netflix
L’ultima novità in arrivo sul colosso dell’intrattenimento (via Screenshot)

Ted Sarandos nella sua ultima intervista ha affermato: “non hanno evidenziato un percorso di profitto con la trasmissione degli sport in diretta“. La causa di tutto ciò sarebbero i costi elevati da sostenere per l’acquisizione dei diritti televisivi. Inoltre il suo intervento ha toccato anche il nuovo abbonamento a Netflix con pubblicità, che è stato “sviluppato in sei mesi”.

Inoltre Sarandos ha specificato che Netflix ha bloccato per troppo tempo il mercato pubblicitario, ora però l’azienda ha capito che esistono abbonati che sono interessati innanzitutto a risparmiare. Il piano in futuro offrirà anche delle opzioni di targeting più avanzate che andranno a migliorare l’esperienza degli utenti, anche basandosi sugli orari in cui viene utilizzata. Quindi Sarandos ha concluso aggiungendo che in futuro Netflix potrebbe lanciare delle sottoscrizioni aggiuntive supportate dalla pubblicità, senza però scendere nei dettagli.