“Non siamo più abituati a questo”, Serena Bortone scoppia in lacrime in diretta

Serena Bortone ha messo a nudo tutta la sua sensibilità non riuscendo a tenere le lacrime in diretta su Rai Uno

Difficilmente la conduttrice di Oggi è un altro giorno si scompone, eppure oggi in puntata le sono state risvegliate delle emozioni che non provava da un po’ perché da essere tutta d’un pezzo è finita per crollare in diretta.

Serena Bortone 07122022 inews24.it
(@RaiPlay)

Difficile vedere Serena Bortone scomporsi, ma ad un certo punto l’emotività fa da padrona e non ce n’è più per nessuno, neppure per il pubblico di Rai Uno che l’ha lasciata commuoversi in diretta per una bellissima storia. In particolare, ad Oggi è un altro giorno è stata ospite Micol Beltrami, una donna che ha un’amica speciale di 91 anni, nonna Mariuccia, che non era mai stata al mare. Prima di conoscere la scrittrice, l’anziana donna viveva da sola in una casa fatiscente, adesso le due hanno stretto un vero rapporto solido che le unisce in una profonda amicizia.

In diretta su Rai Uno, Serena Bortone e la sua produzione hanno creato una clip riassuntiva per la storia di Mariuccia e Micol: “Questa è una bella storia di solidarietà e tenerezza, guardatevi intorno e parlate con le persone che incontrate che potrebbero regalarmi tanta empatia e condivisione”.

Serena Bortone in lacrime in diretta: la storia di Micol e Mariuccia

Dopo il servizio che racchiude la storia di Micol e nonna Mariuccia, Serena Bortone rientrando in diretta era visibilmente commossa da quanto visto ed ha voluto ringraziare la sua ospite per quel grande messaggio che ha dato a tutti i telespettatori, nonché per la lezione di umanità offerta: “Micol, ci hai fatto piangere tutti, perché non siamo più abituati ad entrare in contatto con l’altro, la tenerezza e invece quanto ci può donare”.

Tutto è nato qualche tempo fa, quando Micol ed il suo fidanzato in giro per i Navigli a Milano vedevano spesso passare questa vecchia signora. La scrittrice, una sera, l’ha fermata per portarla fuori a cena e non ha potuto constatare altro che una storia fatta di solitudine e precarietà. A questo punto ha scelto di intervenire, ha chiamato chi di dovere e l’abitazione della 91enne è stata sequestrata dai vigili e Maria portata al pronto soccorso per gli accertamenti e poi in una casa di cura.