È morto un celebre giornalista sportivo: terribile lutto in Italia

In queste ore ci ha detto addio un celebre giornalista sportivo italiano. Infatti sono ore di lutto per il mondo del giornalismo: aveva 50 anni.

Il mondo del giornalismo italiano si stringe intorno alla famiglia di Roberto Pelucchi. È morto in queste ore il 50enne giornalista sportivo italiano, nota penna de La Gazzetta dello Sport: l’annuncio.

morto giornalista
Lutto nel mondo del giornalismo italiano (Via Screenshot)

Nel corso della domenica scorsa, intorno alle ore 11:30, è morto un noto giornalista italiano. Stiamo parlando di Roberto Pelucchi. Ad annunciarlo è proprio la testata per cui era redattore lo scrittore. Infatti sul sito de La Gazzetta dello Sport si può leggere: “Pelu non tornerà più. Quando l’abbiamo appreso all’alba di ieri mattina, siamo rimasti pietrificati, sgomenti. E quel sole nascente così luminoso si è tramutato in un terribile buco nero che ci ha inghiottiti con un pesantissimo carico di mestizia e di dolore“.

Pelucchi scriveva per La Gazzetta dello Sport da ben 17 anni. La penna della Rosa si è spenta nell’Ospedale Galeazzi di Milano, dove era stato ricoverato due settimane fa. Una morte difficile da accettare per la redazione del noto quotidiano sportivo italiano, che negli ultimi giorni aveva ricevuto delle notizie confortanti sulle sue condizioni di salute. Andiamo quindi a ripercorrere la carriera del giornalista italiano.

Morto il giornalista sportivo Roberto Pelucchi: la sua carriera

morto giornalista
La carriera della penna de La Gazzetta (Via Screenshot)

Roberto Pelucchi è arrivato a scrivere per La Gazzetta dello Sport dopo la chiusura del Giornale di Bergamo Oggi. Prima di approdare alla Rosa è diventato professionista ed ha avuto una breve parantesi al settimanale La Voce di Bergamo approdò a L’Eco di Bergamo, il quotidiano storico, dove in quei tre anni perfezionò il suo talento. Il tema principale dei suoi pezzi ovviamente era lo sport e soprattutto la sua amata Atalanta.

Il grande salto a La Gazzetta dello Sport è quindi arrivato nel 2005. Sul sito ufficiale del quotidiano sportivo si può leggere: “arrivò in punta di piedi, umile, pronto a dare un contributo importante. Di scrittura, competenza, precisione, fantasia, continua ricerca della verità, attaccamento al colore rosa e al lavoro“. Pelucchi ha quindi lavorato prima alla redazione sportiva per poi giungere a Sportweek. La Gazzetta ha quindi lodato la sua versatilità che lo rendeva abile a parlare benissimo dallo Sport alla Cucina.