Una grossa frana ha invaso la Statale 18 all’altezza di Castrocucco, nel Comune di Maratea. I massi hanno invaso oltre 100 metri di carreggiata, assieme a tronchi d’albero e detriti d’ogni genere. Si è sfiorata la tragedia. Per fortuna, la frana è avvenuta intorno alle 5 del mattino. Quando sulla strada non passava quasi nessuno. Sul posto, i tecnici dell’Anas hanno provveduto a bloccare la circolazione in entrambi i sensi di marcia. I vigili del fuoco sono al lavoro per mettere in sicurezza la zona. È stato quantificato che il movimento franoso che ha causato lo smottamento è pari a circa 400 metri cubi di rocce.

Frana a Maratea

Già in passato, la zona di Castrocucco era stata interessata da eventi franosi. Nessuno, però, di tale portata. La Statale 18 è un’importante arteria di comunicazione stradale. I tempi di percorrenza, per gli automobilisti, si allungheranno non di poco in quanto dovranno ora entrare nel centro abitato. Per chi è diretto a Maratea l’uscita obbligatoria è allo svincolo di Trecchina sulla statale 585, mentre per i veicoli provenienti da Sapri e diretti sulla statale 585 l’uscita obbligatoria è allo svincolo per la strada provinciale 104. Per gli automobilisti provenienti da Maratea e diretti sulla statale 585 l’uscita è, invece, al bivio “Ondavo” sulla strada statale 18.