“È il capotreno che vi parla per dirvi che tra 4 fermate vado in pensione.” Inizia così il messaggio che Alfredo Venditti, capotreno dell’azienda di trasporto pubblico campana Eav, esordisce per salutare i passeggeri. L’uomo ha affidato le sue prime parole all’altoparlante del convoglio: “Finisce la mia carriera lavorativa dopo 34 anni in questa azienda – continua l’uomo – Voglio dirvi che sono stato onorato di servire la cittadinanza e ho cercato di dare sempre il meglio di me stesso. Ora voglio augurarvi che si realizzino i vostri desideri e spariscano le vostre preoccupazioni. Vi saluto e vi auguro buona vita.”

Napoli, capotreno si commuove
Alfredo Venditti (a destra) nel suo messaggio di saluto

Palpabile la commozione nelle parole del capotreno, che dopo l’annuncio si presenta nel vagone per ricevere l’applauso di tutti i viaggiatori. “Ho sempre cercato di rispettarvi – dice l’uomo tra le lacrime, con le mani giunte – anche quando ci sono stati disagi e guasti.” Un momento particolarmente toccante che è stato immortalato in un video, poi diventato virale sul web. Tutti i viaggiatori, nessuno escluso, si sono uniti all’applauso per il capotreno. Tra le manifestazioni di apprezzamento anche quella del presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio.

Il capotreno si commuove. Il presidente Eav: “Grazie per il tuo straordinario messaggio di saluto”

“Grazie per il tuo lavoro di questi anni e per il tuo straordinario messaggio di saluto”, scrive De Gregorio nel suo post Facebook dove condivide anche il video. Tra i commenti, anche quello della figlia di Venditti: “Il lavoro è emozione oltre che sostentamento e lui ce l’ha insegnato. Ci ha insegnato che il lavoro è dignità, indipendenza, che si può essere equi e coerenti nello svolgerlo. Questo saluto racchiude tutto quanto quella ferrovia ha rappresentato per lui, da quando orgoglioso di aver vinto il concorso ci mostrava il suo borsello.” L’Eav è la società di trasporto pubblico della Campania che gestisce molte linee su gomma in regione, nonché Circumvesuviana, Cumana e Circumflegrea.