Meteo, a dicembre la prima irruzione gelida: dove cadrà la neve in pianura

Nel corso del mese di dicembre, il meteo italiano sarà caratterizzato dalla prima irruzione gelida. La neve arriverà a cadere in pianura: ecco dove.

Il mese di dicembre si potrebbe aprire con la prima vera irruzione gelida su tutto il paese italiano. Le conseguenze saranno evidenti a tutti, visto che arriverà a cadere anche la neve sulle zone pianeggianti: dove accadranno questi fenomeni.

Meteo
In arrivo la neve anche in pianura sulla penisola italiana (Via Pexels)

Una prima irruzione gelida potrebbe inaugurare il mese di dicembre. Infatti questa è la novità emersa dall’ultimo aggiornamento meteo che di fatto ribalta le carte in gioco in vista del prossimo mese. Il nuovo nucleo gelido di aria artico-continentale ha preso il nome di Attila e potrebbe spingersi verso l’Italia già prima del Ponte dell’Immacolata. Inoltre bisogna fare molta attenzione alle sorprese visto che la neve potrebbe arrivare fino a quote o molto basse o addirittura fino in pianura.

L’avvio di dicembre quindi potrebbe rappresentare il primo vero assalto del Generale Inverno, con temperature previste dopo tanto tempo sotto le medie climatiche su buona parte dell’Italia. A breve quindi il grande freddo inizierà a a farsi sentire su tutta l’Europa. Dal Circolo Polare Artico partiranno delle masse d’aria freddissime che piano piano riusciranno a conquistare tutto il Vecchio Continente, Italia compresa. Scopriamo quindi cosa potrebbe succedere in questo lunedì che aprirà la settimana.

Meteo, lunedì con prime prove d’inverno: maltempo, neve e freddo

Meteo
Come cambia la situazione meteorologica sul paese (Via Pexels)

Non ci sono più tracce dell’anticiclone nonostante ciò sulle regioni del Nord Italia avremo ancora poche piogge. Tutto ciò è dovuto al fatto che le perturbazioni entrano nel Mediterraneo e sprofondano rapidamente verso Sud, lasciando spesso e volentieri in ombra gran parte del Settentrione. In questa prima parte di settimana, quindi, una nuova area di bassa pressione alimentata da aria più fredda interesserà prevalentemente le regioni meridionali e quelle centrali adriatiche. Andiamo a vedere nel dettaglio la situazione sui tre settori principali.

Sulle regioni del Nord Italia avremo un inizio di giornata caratterizzato da cielo da parzialmente nuvoloso a nuvoloso, specie entro sera. Qualche lieve pioggia potrebbe arrivare a bagnare tra Liguria e ovest Emilia, mentre c’è il rischio di qualche nevischio sulle vette delle Alpi. Le temperature risulteranno in netto calo, con massime che andranno dai 7 ai 12 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo una mattinata caratterizzata da cielo nuvoloso ma con nubi in aumento dal pomeriggio. Proprio durante le ore pomeridiane potremo avere possibili piovaschi, specialmente sulla zona del viterbese. Le temperature risulteranno in netto calo anche qui, con massime che andranno dai 10 ai 15 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo un cielo parzialmente nuvoloso. Possibili piogge continueranno a colpire tra Sardegna, Sicilia e bassa Calabria. Altrove invece la situazione sarà caratterizzata da ampie schiarite. Le temperature risulteranno in lieve calo, con valori massimi che oscilleranno dagli 11 ai 18 gradi.