Trump si ricandida e attacca Biden: “Sta portando gli Usa sull’orlo della guerra nucleare”

Il tycoon si è dipinto come "una vittima" delle inchieste e ha ironizzato di avere il "record" dei mandati di comparizione, definendosi più perseguitato di Al Capone. 

Donald Trump - Foto di Ansa Foto
Donald Trump – Foto di Ansa Foto

Donald Trump ha annunciato ufficialmente la sua terza candidatura alla Casa Bianca, con un discorso durato circa un’ora dalla residenza di Mar-a-Lago.

Prima che iniziasse a parlare, lo speaker lo ha annunciato come “il prossimo presidente degli Stati Uniti”, mentre sullo sfondo c’erano le bandiere americane e i cori Usa-Usa.

Il ritorno dell’America comincia oggi”, ha esordito, prima di vantare i suoi successi e incolpare l’attuale presidente Usa Joe Biden per un Paese “in declino, umiliato e deriso sulla scena internazionale”, dal caotico ritiro dall’Afghanistan alla guerra in Ucraina, a causa della quale, secondo Trump, sta portando gli Us “sull’orlo di una guerra nucleare”. 

Trump: “Biden ha rovinato l’America”

Proprio oggi un missile è stato mandato, probabilmente dalla Russia, dentro il confine della Polonia. La gente è impazzita e arrabbiata e noi abbiamo un presidente che si addormenta ai vertici internazionali”, ha attaccato. Joe Biden ha prontamente risposto con un tweet direttamente da Bali: “Donald Trump ha rovinato l’America”. 

Il momento più importante del discorso, è stato l’annuncio della sua candidatura nel 2024, dopo aver già presentato i documenti alla commissione elettorale federale. “Per rendere l’America nuovamente grande e gloriosa, stasera annuncio la mia candidatura e presidente degli Usa”. 

Biden non avrà altri quattro anni”, ha aggiunto, assicurando che “da ora all’election day combatterò come nessun altro prima e sconfiggeremo la sinistra democratica radicale che sta tentando di distruggere il nostro Paese dall’interno”. 

“Con me la guerra in Ucraina non sarebbe mai successa”

Trump ha puntato il dito contro Biden anche per l’inflazione, i migranti e la guerra in Ucraina che con lui “non sarebbe successa”, promettendo di tenere l’America “fuori da ogni guerra”. 

Trump: “Io più perseguitato di Al Capone”

Oltre ad aver ricordato le 232 vittorie dei suoi candidati alle Midterm contro le 22 sconfitte, Trump si è dipinto come “una vittima” delle inchieste e ha ironizzato di avere il “record” dei mandati di comparizione, definendosi più perseguitato di Al Capone.

La figlia Ivanka Trump ha già messo in chiaro che questa volta non sarà coinvolta in politica e che darà la priorità alla sua famiglia.