Addio multe, l’autovelox non sarà più un problema: svelato il trucchetto

Le multe per eccesso di velocità sono all’ordine del giorno ed è arrivato un metodo per poter sfuggire agli autovelox

La premessa è d’obbligo: la prudenza al volante non è mai troppa e se c’è un codice della strada questo va rispettato ad ogni costo per non mettere a repentaglio la propria incolumità e quella di chi ci sta intorno.

Autovelox 06112022 inews24.it
(@Pixabay)

L’autovelox è uno strumento che è stato inventato ad hoc affinché il Codice della Strada avesse un metodo di controllo. In particolare, questo tipo di macchinario ha una tecnologia intelligente con cui rileva la velocità del mezzo e scatta foto delle targhe in contemporanea. Qualora il limite di velocità per quella determinata strada fosse violato in eccesso, allora scatterà una multa.

È chiaro che ridurre l’ammontare di incidenti è lo scopo principale e la velocità sono indubbiamente la maggior causa di quelli mortali. Tuttavia, le multe per eccessi sono davvero salate, ma c’è un modo per fuggire all’autovelox che non tutti sanno. Spesso, su strade a noi sconosciute ci sono questi apparecchi nascosti e scarsamente segnalati. Da adesso sarà possibile non incombere più in sanzioni senza neppure rendersene conto.

Autovelox ed eccesso di velocità: come eludere la legge

Autovelox, nuovi limiti e regolle in città (Pixabay)

L’invito è quello di tenere una velocità costante e regolare lungo i tragitti, più o meno brevi che siano, attenendosi alle regole della strada ed alle indicazioni che leggiamo lungo il nostro percorso, in quanto a limiti di velocità e altri segnali, ma c’è anche la tecnologia che ci aiuta. In particolare, esistono applicazioni sugli smartphone che ci segnalano per tempo la presenza di rilevatori di velocità. La più nota è Google Maps, ma c’è anche Radarbot che ci indica la presenza di autovelox ed i limiti da rispettare.

Tuttavia, esistono anche dei piccoli macchinari elettronici che danno riferimenti. In particolare, c’è un piccolo attrezzo da posizionare sul cruscotto che è il Drive Mini Saphe, tarato per le autostrade di tutta Europa. Per motociclisti, invece, esiste il Saphe MC che non è altro che la versione per le due ruote del piccolo attrezzo.