Allarme Intesa Sanpaolo: questo messaggio mette a rischio i clienti

Allarme Intesa Sanpaolo: questo messaggio mette a rischio i clienti. Bisogna fare massima attenzione per non perdere i propri risparmi

Per tutti i correntisti della famosa banca c’è un grande rischio di cadere in una pericolosissima truffa. Per evitare ogni tipo di problema bisogna cancellare immediatamente questi SMS e mail.

Allarme Intesa Sanpaolo
Allarme truffa Intesa Sanpaolo (Facebook)

Purtroppo ci troviamo costretti ogni giorno a parlare di truffe a livello informatico e tentativi di sabotaggio a livello di conto corrente. Gli hacker e i criminali online sono in rapida ascesa e non fanno sconti, con nuovi escamotage davvero difficili da evitare. Il fenomeno del phishing è diventato ormai una spiacevole usanza e gli utenti meno avvezzi alle nuove tecnologie possono ritrovarsi invischiati in pessime truffe. Si rischa di perdere davvero tutti i soldi sul proprio account o vedere i propri dati sensibili utilizzati per costruire delle identità virtuali finalizzate a giri illeciti ancor peggiori. Quest’oggi vi vogliamo parlare dei rischi che corrono i clienti di Banca Intesa Sanpaolo. I malintenzionati stanno sfruttando il nome del noto colosso finanziario per far abbassare le difese ai cittadini, inoltrando dei messaggi che sembrano realmente istituzionali. Sono già arrivate numerose segnalazioni alla polizia postale di truffe che riportano il nome di Intesa Sanpaolo, con risparmi volatilizzati in un batter d’occhio.

Allarme Intesa Sanpaolo: la nuova truffa passa attraverso messaggi di phishing come questo

Truffe Intesa Sanpaolo
Truffe Intesa Sanpaolo (Facebook)

Attraverso SMS o mail vengono inviate delle comunicazioni ai malcapitati che parlano di presunti accrediti dal valore superiore ai 1000 euro. Per tutti coloro che sono interessati a ricevere tale somma c’è un link a fine messaggio sul quale cliccare per eseguire la procedura finanziaria. Il problema è che come è lecito immaginarsi questi non sono altro che semplici phishing. Si accede quindi in una piattaforma dopo sono presenti degli spazi in cui bisogna inserire le proprie credenziali e automaticamente si consegna i dati sensibili ad un gruppo di hacker. Come spesso ricordato dalla polizia postale, una volta che il danno è fatto diventa poi difficilissimo per loro risalire ai criminali e recuperare i soldi eventualmente sottratti dai conti corrente.

L’unico consiglio utile è quello di ignorare ogni forma di SMS o mail che fa riferimento a soldi da ricevere e bonifici in vostro favore. Vale sempre la solita regola sul modo di comunicare certe cose. State pur certi che qualora si trattasse di qualcosa di vero, la banca in questione riuscirà a trovare un altro modo per avvisarvi.