Nessun obbligo di vaccini per medici, infermieri e operatori sanitari. Il governo Meloni abolisce l’ultimo obbligo vaccinale rimasto. Lo scorso 15 giugno era già stato abolito, dal precedente governo Draghi, l’obbligo per gli over 50, i lavoratori della scuola, delle forze dell’ordine e del comparto sicurezza. Ora l’obbligo come condizione essenziale per continuare a esercitare la propria professione decade del tutto, con due mesi di anticipo. Originariamente, secondo il cronoprogramma stilato dal governo Draghi, l’obbligo doveva infatti decadere il 31 dicembre 2022.

Meloni, stop obbligo vaccini

È necessario “consentire a 4.000 lavoratori del comparto di tornare al lavoro”, dichiara in conferenza stampa il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni. Con la decadenza dell’obbligo vaccinale, infatti, verrà meno anche la sospensione di tutti gli operatori sanitari no-vax che potranno essere regolarmente reintegrati sul posto di lavoro. “Il quadro epidemiologico è profondamente mutato”, ha osservato il ministro della salute Orazio Schillaci. “L’impatto sugli ospedali è limitato, i contagi si riducono e resta stabile il tasso di occupazione dei posti letto nei reparti ordinari e nelle terapie intensive. Resta invece forte il problema della carenza di medici, frutto della programmazione sbagliata degli ultimi 10 anni, che ha portato gli ospedali a fare ricorso a medici extracomunitari o a gettone.

Vaccini, decade l’obbligo anche in Rsa e strutture riabilitative

Decade l’obbligo vaccinale anche per i lavoratori delle Rsa, degli Hospice, delle strutture riabilitative e residenziali per gli anziani. Anche quelli non autosufficienti. Rimane, invece, l’obbligo di indossare la mascherina all’interno delle strutture sanitarie. I segni di discontinuità col passato governo sono evidenti, anche nella scelta di abolire il bollettino quotidiano covid. Sostituito con un aggiornamento settimanale. “La stima settimanale offre maggiori certezze dal punto di vista statistico”, dice Schillaci. Precisando anche che il bollettino giornaliero non verrà secretato ma resterà sempre a disposizione delle autorità competenti.