Musica mondiale in lutto, è morto un big: l’abbiamo ballato tutti

Musica mondiale in lutto, è morto un big: l’abbiamo ballato tutti. Ul suo noime è legato a brani intramontabili, è il padre del rock

Nella storia della musica moderna, diciamo degli ultimi 70 anni, ci sono molti cloni e pochi artisti originali. Oggi è scomparso uno di questi perché Jerry Lee Lewis era considerato da tutti uno dei padri del rock’ roll se non il primo vero e grande protagonista.

Musica mondiale in lutto, è morto un big (Pexels)

Se n’è andato a 87 anni per cause naturali, dopo che già ieri il sito specializzato TMZ aveva annunciato il suo decesso. Solo 24 ore d’anticipo (e sono arrivate anche le scuse ufficiali), ma la notizia era nell’aria. Lewis trovava nella sua casa di Desoto County, in Mississippi, con la moglie Judith Coghlan al suo fianco perché ormai da tempo si era ritirato a vita privata.

Ma prima ha anche avuto una carriera ricchissima e piena, anche di eccessi. Non a caso era stato soprannominato ‘The Killer’ per il suo suono selvaggio e anticonformista che negli anni ’50 aveva completamente stravolto il mondo della musica. Con ‘Whole Lotta Shakin’ Goin’ On’ aveva aperto una strada e con ‘Great Balls of fire‘, il suo brano più famoso, si era consacrato.

Musica mondiale in lutto, è morto un big: Jerry Lee Lewus insieme a Elvis Presley ha formato generazioni

Nato a Ferriday, in Louisiana, Jerry Lee Lewis aveva imparato da solo a suonare il pianoforte da autodidatta a 9 anni e 5 anni si era esibito per la prima volta in pubblico. Un talento e soprattutto un’energia selvaggia che scaricava sulla tastiera e che ha sempre caratterizzato la sua vita.

Solo un esempio? Lewis è stato sposato sette volte (con sei figli) e alcune di queste nozze hanno fatto molto discutere. Come quelle alla fine del 1957 quando era già sposato e celebrò un matrimonio segreto con sua cugina di secondo grado Myra Gale Brown, all’epoca soltanto 13enne (13 come gli anni che è durata la relazione).

Jerry Lee Lewis è morto a 87 anni (ANSA)

Tanti successi, tanti eccessi: una moglie morta annegata, un figlio deceduto a 19 anni per un incidente stradale, alcol e droga che ne hanno limitato il talento. Nel 1988 è uscito il film dedicato alla sua vita, “Great balls of fire” (interpretato da Dennis Quaid) e quella canzone è anche nella colonna sonora di Top Gun.